Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Venezia

A Venezia presentato il progetto Green&Blu

Al Salone Nautico, primo step del progetto Green&Blu dell’Associazione Culturale Kinéo, promotrice del Premio Kinéo alla Mostra del Cinema di Venezia. L’evento #EnjoyRespectVeneziandSaveyourSea, realizzato col patrocinio e in collaborazione col Comune di Venezia, ha dato voce ad alcune delle più importanti realtà del mondo della cultura e della scienza che hanno portato la loro testimonianza sulla salvaguardia del Pianeta, con un focus specifico sul mare.
Anticipato dalle dichiarazioni di Marco Cattaneo direttore del National Geographic che ha rappresentato, grazie anche alle opere dell’artista Mandy Baker, il futuro di un mare invaso dalla plastica, l’intervento scientifico di Francesca Santoro, responsabile mondiale del progetto UNESCO “Ocean for all”, il manuale che insegna ai docenti come sensibilizzare i ragazzi alla responsabilità. Ocean for All, già testato in diversi Paesi, è in corso di traduzione in Italiano e dall’inizio dell’anno scolastico vedrà la prima applicazione proprio a Venezia in collaborazione con il Comune nella persona dell’Assessore alle Politiche Educative, Paolo Romor.
Per contrastare l’invasione delle plastiche nelle acque dei nostri mari, estensione calcolata in 16 milioni di km quadrati, quasi come l’intera Russia.
Impressionante il lavoro della Guardia Costiera, in relazione al controllo delle acque, ai numerosi interventi, fino alle attività educative.
Il Festival Onu Agenda 2030, al nastro di partenza a New York l’11 luglio, con  decine e decine di opere presentate da grandi artisti.
Verso la fine dell’evento Marcello Foti, direttore del Centro Sperimentale di Cinematografia, ha dato una visione ottimista sul futuro con un documentario multietnico di Paolo Santamaria ispirato a tutti coloro che vivono sul mare. Con gioia.

A chiusura della manifestazione si è tenuto l’intervento dell’Assessore al Turismo di Venezia, Dott.ssa Paola Mar, promotrice del progetto #Enjoy Respect Venezia.
 
Il secondo step del programma si terrà alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica domenica 1 settembre c.a. in occasione della Cerimonia di Premiazione del Premio Kinéo dedicata al rispetto del mare con endorsment da parte di artisti di fama internazionale.

Data di Pubblicazione: 21 giugno 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Ambiente, Kinéo, Mare, Venezia

Il 20 giugno al Salone Nautico sarà presentato il progetto EnjoyRespectVeneziaandsaveyoursea

Promossa dal Comune di Venezia e Kinéo, il 20 giugno si terrà al Salone Nautico la giornata dedicata al mare: #EnjoyRespectVeneziaandsaveyoursea. Con la partecipazione di UNESCO che presenta in anteprima lo studio “Ocean Literacy for All”, per gli studenti di tutte le età. Interventi anche da parte del CSC Centro Sperimentale di Cinematografia, del Festival del Cinema ONU Agenda 2030…..
 
Il Comune di Venezia e l’Associazione Culturale Kinéo che promuove da quasi 20 anni il Premio omonimo evento speciale alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica hanno dato il via a un progetto Green&Blu di rispetto per l’ambiente: #EnjoyRespectVeneziaandSaveyourSea. Il titolo non intende fare solo  un riferimento specifico alla città di Venezia, ma piuttosto partire dalla sua natura speciale di luogo bellissimo e fragilissimo, che accoglie milioni di visitatori all’anno, quasi 30 milioni (circa 77 mila al giorno), bisognosa delle massime cure e attenzioni per la sua sopravvivenza, divenendo simbolo e metafora di quanto sta avvenendo nel nostro Pianeta a causa dell’incuria generale poiché è evidente che è proprio l’uomo la causa degli stravolgimenti ambientali che cambieranno drasticamente gli scenari delle terre e dei mari. 
 
Quest’anno il focus del progetto è sul mare, sul suo inquinamento da rifiuti di ogni genere a cominciare dalle materie plastiche. Il progetto si lega al mondo del cinema poiché tanti artisti di fama internazionale sono sensibili e lottano per questa causa. Ricordiamo primo fra tutti Leonardo DiCaprio che ha addirittura affermato “prima l’ambiente poi il cinema”, Darren Aronofsky col film “Madre”, è stato uno dei primi a lanciare un grido d’allarme, Cameron Diaz, il compianto Ermanno Olmi, Robert Redford, Woody Harrelson, per non dire dell’ex candidato alla Presidenza degli Stati Uniti Al Gore.
Il primo step di un programma che punta soprattutto sull’educazione all’amore per il nostro Pianeta si terrà a Venezia Giovedì 20 giugno alle ore 12.00 presso la Torre di Porta Nuova, nell’ambito del Salone Nautico all’interno dell’Arsenale nel piccolo Bacino di carenaggio di fronte al Padiglione Italia della Biennale d’Arte, ai lati della magnifica installazione di Lorenzo Quinn, Building Bridges, che ha inaugurato con una cerimonia suggestiva e la voce di Andrea Bocelli l’edizione 2019 della Biennale Arte.
In collaborazione con UNESCO, sede territoriale europea di Venezia, sarà presentato lo studio “Ocean Literacy for All”, destinato all’insegnamento nelle scuole, secondo le varie fasce d’età, del nostro impatto individuale e collettivo sull’Oceano, sulla nostra vita e sul nostro benessere.
Ad arricchire questo momento di valorizzazione delle buone pratiche, un intervento da parte di altre due grandi Istituzioni: il Ministero per i Beni e le Attività Culturali col suo Centro Sperimentale di Cinematografia, la più prestigiosa scuola di Cinema in Italia e tra le più prestigiose d’Europa, l’Onu col Festival del Cinema ONU Agenda 2030 e Genius Bononiae con l’illuminante mostra National Geographic “Planet or Plastic?” 
 
Relatori:
 
Francesca Santoro – UNESCO per “Ocean Literacy for All”;
Marcello Foti – CSC (Centro Sperimentale di Cinematografia) per Salvaguardia dell’ambiente: un impegno civile per il cinema”;
Carlo Gentile – ONU per Festival del Cinema ONU Agenda 2030;
Maria Elena Barbieri – Ufficio Mostre Genius Bononiae per Mostra National Geographic Planet or Plastic? – Far luce su una delle più grandi minacce per la salute dell’ambiente.  
 
Il secondo step del programma si terrà alla 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica domenica 1 settembre c.a. in occasione della Cerimonia di Premiazione del Premio Kinéo dedicata al rispetto del mare con endorsment da parte di artisti di fama internazionale.

Data di Pubblicazione: 17 giugno 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Salone Nautico, Venezia, Kinéo,

Annunciati i vincitori de “La Pellicola d’Oro” di Enzo De Camillis, tra i Premi Collaterali della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

La Pellicola d’Oro torna per il secondo anno consecutivo, tra i premi collaterali della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia con l'obiettivo di portare alla ribalta quei “mestieri” il cui ruolo è fondamentale per la realizzazione di un film ma che, allo stesso tempo, sono praticamente “sconosciuti” o non correttamente valutati dal pubblico che frequenta le sale cinematografiche o guarda i film sui canali televisivi.

A vincere quest’anno l’ambito premio sono: Franco Ragusa per i Migliori effetti speciali del film Suspiria di Luca Guadagnino, Katia Schweiggl come Miglior Sarta di scena per il film Capri – Revolution di Mario Martone e, infine, Premio alla Carriera per la sua attività artistica e artigianale, come eccellenza professionale nel mondo alla sartoria Atelier Nicolao di Stefano Nicolao. Attiva dal 1983, la sartoria Atelier Nicolao nel cuore di Venezia, è un abile ed esperta mano artigianale creando capi unici.

La ricerca iconografica unita alla profonda conoscenza del taglio d’epoca e dei materiali, nonché la sapienza nell’usarli, fusi con la ricerca del costume e con la storia, garantiscono un prodotto artistico che rende le sue creazioni apprezzate in tutto il mondo, diventando un punto di riferimento di Teatri di prosa, teatri lirici, film e cortei storici. Ricordiamo la realizzazione di importanti costumisti di film candidati all’Oscar come: Farinelli ed Elizabeth, The Wings of the Dove, Merchant of Venice, Casanova.

A decretare i vincitori è stata una giuria di qualità composta dal Presidente Francesco Martino de Carles (Produttore esecutivo e Presidente di Giuria), Paolo Masini (MIBAC), Gianluca Leurini (Produttore esecutivo), Umberto Carretti (As.For.Cinema), Enzo De Camillis (Presidente de La Pellicola d’Oro). Presente alla cerimonia di Premiazione il Sottosegretario del Mibac Sen. Lucia Borgonzoni che ha, inoltre, consegnato il Premio alla Carriera alla Sartoria Atelier Nicolao.

Il prestigioso premio cinematografico è promosso ed organizzato dall’Ass.ne Culturale Articolo 9 Cultura & Spettacolo e dalla S.A.S. Cinema di cui è Presidente lo scenografo e regista Enzo De Camillis.

La presenza di questo premio alla 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica La Biennale di Venezia segna nuovamente un grande traguardo per far conoscere sempre di più al pubblico un premio dedicato a chi fa il cinema con competenze indispensabili ma non conosciute.

Si ringraziano per la collaborazione ed i patrocini: l’Anica, l’APT, l’As.For. Cinema e il Mibac Direzione Cinema, e i Media Partner Coming Soon, Voce Spettacolo, ZerkaloSpettacolo.

Data di Pubblicazione: 8 settembre 2018
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Premio, Cinema, Venezia, La Pellicola d'Oro

"Come la prima volta" di Emanuela Mascherini finalista del concorso I Love GAI

Il cortometraggio COME LA PRIMA VOLTA, scritto e diretto da Emanuela Mascherini, sarà presentato in anteprima il 31 agosto alle 14:15 alla Mostra del Cinema di Venezia all’interno della terza edizione di I Love Gai – Giovani Autori Italiani – il concorso a sostegno dei nuovi talenti del cinema italiano, che si svolgerà presso il Cinema Astra.

L'opera, in selezione fra i 15 finalisti che si sono distinti tra oltre 200 film per l’originalità, la tematica e l’alta qualità dei contenuti, è il racconto tratto da una storia vera, di un incontro che oltrepassa il tempo, lo spazio, la cancellazione della memoria portata dall’Alzaheimer e l’inconsistenza delle nostre esperienze virtuali.

Interpretata magistralmente da due attori de “la grande Bellezza”, Luciano Virgilio e Giusy Merli, è la storia di Oscar, un fotografo che da sempre cerca di fermare il tempo, i ricordi, i pensieri, illudendosi di riuscirci finché la malattia della moglie e il digitale sembrano rapire ogni forma di memoria.

“COME LA PRIMA VOLTA conclude il percorso di ricerca iniziato con i due lavori precedenti: NEROFUORI e OFFLINE - spiega Emanuela Mascherini - In entrambi ho cercato di raccontare solitudini che si sfioravano senza realmente incontrarsi mai. Ho raccontato “amori fluidi” o “non amori” molto contemporanei. In questo cortometraggio ho cercato di lavorare per opposizione, esplorando un rapporto, una qualità di amore dal sapore antico in grado di travalicare il tempo e lo spazio, oltre i limiti della ragione e soprattutto della memoria".

Il tema dell’Alzheimer, del quale è malata Beatrice, si intreccia con l’ossessione di Oscar, suo compagno di una vita, per la conservazione dei ricordi. Mentre un’esistenza arriva al suo tramonto oscurando ogni ricordo e identità, l’altra cerca di tenerla viva e riportarla alla luce anche dopo l’assenza. In un racconto in cui la memoria di breve periodo, riprodotta anche dal mondo digitale, viene derubata sia dalla malattia che dagli eventi resta l’unica certezza che non può essere estorta: il ricordo di chi rimane. 

"Dal punto di vista del linguaggio, come per i lavori precedenti - continua la regista - Ho cercato di sondare il confine tra cinema del reale e cinema di finzione, dove la realtà è portatrice di elementi poetici e di surreale. Sono felice di essere tornata a girare in Toscana raccontandola di nuovo come un non luogo, contenitore di una storia antica quanto l’essenza di un incontro reale”.

COME LA PRIMA VOLTA è prodotto dalla casa di produzione Pagliai Film Group, con il contributo del Nuovo Imaie, la produzione esecutiva di Ecoframes FIlm&TV, la collaborazione di Toscana Film Commission e il patrocinio di A.I.M.A Associazione Italiana Malattia di Alzheimer.

Le riprese si sono svolte nel Giardino Corsi nel cuore di Firenze, nella clinica Casa di riposo Istituto Santa Teresa Bambino Gesù, Congregazione suore Oblate Ospitaliere francescane di Monnatessa, e a Montefioralle. Nel cast tecnico spiccano i nomi di Luigi Martinucci, che ha firmato la fotografia, Ginevra Polverelli ai costumi, Davide Vizzini al montaggio, Emanuele Bossi alle musiche e Matteo Bonechi che ha interpretato la cover de “Il nostro concerto” di Umberto Bindi. 

Emanuela Mascherini si è diplomata in recitazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e in Digital Filmmaking presso la New York film Academy di New York. Oltre alla selezione ai Nastri D'argento con il corto OFFLINE, i suoi lavori sono stati selezionati e hanno ricevuto premi in numerosi festival nazionali ed internazionali.

Data di Pubblicazione: 24 agosto 2018
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Come la prima volta, Alzhaimer, Cortometraggio, I Love GAI, Venezia