Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

roma

Radio Beat in scena presso l’Auditorium del Seraphicum giovedì 28 Marzo 2019

Radio Beat è uno spettacolo teatrale-musicale basato su un testo originale di Claudia Borzi e Pietro Tirabassi con musica rigorosamente dal vivo. Lo spettacolo è stato rappresentato con ottimo riscontro di pubblico e di critica presso il Teatro Traiano di Fiumicino, il Teatro Trastevere di Roma , il Teatro Tor Bella Monaca di Roma, il Teatro Mongiovino/Accettella di Roma. In scena: voce narrante / radio DJ: Claudia Borzi band live The Riding Sixties: Al Stamps (AKA Alberto Bolli) voce e tastiere, Marco Bertogna basso e voce, Enzo Civitareale (ex Corvi) batteria, Simone Rauso voce e chitarra, Pietro Maria Tirabassi voce, chitarra e “esperto” interlocutore di Claudia.

Sinossi

Lo spettacolo racconta, con il ritmo e lo stile della radio, una storia di canzoni che ci hanno cambiato la vita. La musica è suonata rigorosamente dal vivo. La narrazione dell’avvento in Italia della musica Rock (il Beat) si alterna con la storia delle singole canzoni. Storia di cover che cominciano a parlare un italiano buffo e differente, e aprono le porte ad una canzone italiana nuova, che si confronta senza complessi con il resto del mondo. Claudia, la radio DJ, dialogando con Pietro Maria, l’esperto musicale, cantante dei Riding Sixties, ci fa scoprire chicche e piccoli tesori nascosti. Tra telefonate degli ospiti, gag, momenti di vita vissuta, il suono dei Riding Sixties ci catapulta in un Juke Box di sound, ritmi e armonie vocali che costituiscono la tessitura di base della musica pop moderna. Radio Beat è un viaggio in musica che parte dall'Inghilterra e arriva fino all'Italia degli Anni 60. L'appassionante e divertente racconto di un contagio che dal Cavern di Liverpool ha raggiunto il Piper romano passando attraverso i cuori e le menti di milioni di giovani. Nello spettacolo convivono gioiosa provocazione e ribellione, minigonne e capelloni, fantasia e speranze. È la storia di un’Italia che cambia. È la storia di un’utopia. E’ la nostra storia.

Costi

Matinée : Intero € 12,00 Ridotto per gruppi superiori a 50 alunni paganti € 10,00 ad alunno Serale: Intero € 15,00 Ridotto per i soci € 12,00

La band

I Riding Sixties sono un gruppo storico della scena musicale romana. Nati per un concerto di fine anno in una scuola (come i Quarrymen) sono cresciuti nell’humus creativo del Big Mama di Roma e si sono distinti negli anni per la loro ricerca musicale e il loro sound. Sono stati la prima band (o “complesso” come preferiscono definirsi con termine ironicamente vintage) a fare delle sonorità e del mondo Beat un genere della musica live di oggi in Italia. Il loro menù include i grandi protagonisti della British Invasion: Kinks, Who, Yardbirds, Animals, Them, e gli artisti di quel movimento anglo-italiano che è il Beat nostrano: Equipe 84, Rokes, Corvi, Primitives, Caselli. Infine Dylan, il Maestro americano. Il pubblico ha dimostrato negli anni un affetto ed una stima sempre maggiori per gli spettacoli dei Riding Sixties, interessanti come una lezione-concerto e divertenti come una festa liceale. Il “complesso” dei Riding Sixties, oggi imitatissimo, ha raccolto anche il consenso e, a volte, la collaborazione di artisti come Francesco De Gregori, Shel Shapiro, Johnny Charlton (Rokes), Luigi Grechi, Roberto Ciotti, Lello Panico, Fulvio Tomaino. I loro arrangiamenti dimostrano una profonda conoscenza dei 45 giri dei 60s e una rara sapienza nell'uso appropriato di timbriche vintage con strumenti (anche rari) d'epoca (p.es. chitarra e basso VOX Starstream a goccia). Il tutto eseguito con vigore e condito con ricche armonie vocali (cantano in cinque!). Il sound del gruppo attraversa, pur senza perdere [magicamente] di identità, diversi grandi territori musicali: i Rolling Stones, i Beatles, il Beat italiano e inglese, e Bob Dylan.​ Dischi: I Riding hanno inciso 2 CD: Beat ( live at Big Mama, 1998 ) e Coverband (2007) con​ l'omonimo brano originale: un manifesto autoironico sull' arte e la missione delle cover.

Claudia Borzi

Nasce a Roma il 22 Marzo 1977. Si innamora del teatro da giovanissima e già all’età di 13 anni recita in una compagnia musicale diretta dal Maestro Alessandro Annibballi. Studia teatro con Gaston Troiano (teatro di strada) e con Mauro Maggioni e Regia Teatrale al Dams Di Roma.​ Oggi è producer e amministratrice della D-Color srl, società di post produzione digitale, partner della D-Vision srl, società leader nel noleggio di mezzi tecnici per il cinema e la televisione.

L’Associazione Culturale Sperimentiamo Arte Musica Teatro

Costituitasi nel Novembre 2007 per volere di Loredana Ripepi, si occupa soprattutto di migliorare la comunicazione e l’espressione di sé attraverso l’uso di tutti i linguaggi, prediligendo la sperimentazione e la creatività di bambini, giovani e adulti, valorizzando e scoprendo talenti. Da molti anni collabora con le scuole di ogni ordine e grado , proponendo progetti e spettacoli musicali e teatrali, riscuotendo unanimi consensi.​ Oltre al settore didattico (scuola di musica, teatro ed arte), organizza concorsi nazionali di Musica, Poesia e Fotografia, e corsi di formazione riconosciuti dall’USR Lazio, nonché stage a livello nazionale. Cura inoltre la produzione di spettacoli teatrali/musicali editi ed inediti.

Data di Pubblicazione: 8 marzo 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Teatro, Roma, Seraphicum, Radio Beat

Nazionale Italiana Poeti alla sua prima uscita ufficiale

Roma – Sconfitta di misura per la Nazionale Italiana Poeti alla sua prima uscita ufficiale. La squadra dei lirici è stata battuta 1 – 0 al suo esordio dalla Asd Drago Calcio, ottimo team del Villaggio Breda di Roma. I poeti, al loro primo incontro e allenamento sul campo, hanno lottato fino alla fine evidenziando grande volontà e già una buonissima amalgama di squadra.

Seguendo i principi che la animano, la Nazionale Italiana Poeti ha donato al club rivale, prima del calcio d’inizio, un libro di poesie. Lo scopo della Nazionale Italiana Poeti è quello di fondere i valori dello sport e della cultura per unire e aggregare le persone e ieri, grazie anche alla sensibilità dei ragazzi della Drago Calcio, tutto questo è stato , non solo possibile, ma affascinante e appagante. Ecco i poeti scesi in campo ieri agli ordini di Mister Ligori: Egidio Mazzuoli, Andrea Trevisani, Michele Gentile, Riccardo Tiberi, Marco Vescarelli, Marco Managò, Francesco Pasqual, Emiliano Scorzoni, Massimiliano Passerani, Marco Filabozzi e Gabriele Marziale.

Presenti per sostenere la squadra il Presidente Alfonso Ottomana, il Vice Presidente Umberto Coro e Fabio Feliziani, responsabile della William School Music sponsor del club. I poeti e i ragazzi della Drago Calcio hanno poi terminato la serata al ristorante "Cotto e Mangiato" dove, in un clima festoso, si è parlato di calcio e poesia con la consegna di altri volumi poetici da parte della squadra dinanzi a delle ottime pizze.

La Nazionale Italiana Poeti ringrazia il Centro sportivo Villaggio Breda per la squisita accoglienza, ringrazia tutti i calciatori della Drago Calcio e il pubblico presente e da appuntamento alla prossima partita: grandissime e importanti novità sono già all’orizzonte!

Michele Gentile
michelegentile2008@libero.it

Data di Pubblicazione: 4 marzo 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: nazionale italiana poeti, calcio, roma, team, part

Daniele Antares firma il suo terzo libro dal titolo “Il Principe e il Vampiro”

Dopo aver esordito con “Amala come un Re – Manuale del Maschio Alfa per l’uomo antico di oggi” (Youcanprint 2014) e aver proseguito con “Ragazze mie vi spiego gli uomini” (Youcanprint 2017), è uscito il nuovo libro di Daniele Antares dal titolo “Il Principe e il Vampiro”.

Nel primo, Antares ha stilato in otto punti la dottrina dell’uomo esortando il lettore a coltivare la virilità ancestrale e spiegando come affrancarsi dalla condizione matrizzata molto comune oggi, come dedicare la spada alla propria donna, come rispettare ogni donna secondo i valori della Tradizione. Perché l'eccellenza, spiega l'Autore, non è distinguersi da-gli uomini, ma distinguersi fra gli uomini. Non hai bisogno di sfoggiare la tua 'parte femminile' per impressionare le donne: ti basta essere davvero Maschio e Uomo, che contrariamente a quanto sostengono molte signore sui social, non sono affatto due parole opposte. Solo essendo uomo, e maschio, puoi amare pienamente la donna: questo significa "Amala come un Re".

Nel secondo, l’Autore risponde in tutta franchezza alle domande delle donne affrontando temi come la coppia, il sesso, come funzionano i chakra dell’uomo e della donna, cosa pensano gli uomini realmente della cellulite, il vestiario, le corna, spaziando “dalle stelle alle stalle”, ossia dalla Mitologia alla sera dell’appuntamento.

Il terzo volume infine, uscito da poco sempre su Youcanprint, è la raccolta delle poesie di Daniele Antares: quelle contenute nei primi due libri, e alcuni inediti.

Perlopiù in romanesco, ma anche in Italiano corrente, Antares tratta di passione, di uomini e donne, di amici, di cavalleria, di argomenti romantici, comici, guasconi e libertini, nello spirito latino che ama rappresentare.

Il titolo si riferisce alle due poesie "ammiraglie", dalla prima alla più recente, ossia Er Principe Azzuro e Er Vampiro de Roma.

Biografia Daniele Antares

Romano, nato il 29 Ottobre 1984, è psicologo e allenatore marziale. Ha esordito con Amala come un Re – manuale del maschio alfa per l'uomo antico di oggi (Youcanprint 2014), e proseguito con Ragazze mie vi spiego gli uomini (Youcanprint 2017) e Il Principe e il Vampiro (Youcanprint 2018).

Il tema portante delle sue opere è sempre la passione, l'amore, la celebrazione del rapporto uomo-donna, nello spirito latino e della tradizione cavalleresca. Argomenti che l'autore promuove tramite l'attività di saggista e poeta, e con la pratica della meditazione marziale Metramodis, da lui ideata.

Data di Pubblicazione: 12 giugno 2018
Categoria: Comunicati Stampa, Libri & Editoria
Argomenti: Libri, Editoria, Roma, Poesia,