Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

roma

Oltre duecento persone per celebrare il mito di Sissi al Gran Ballo organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica

"Anche quest’anno la “magia” si è ripetuta. Si è svolta, infatti la XIV edizione del Gran Ballo di Sissi organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica di cui è presidente  Nino Graziano Luca, in omaggio non solo al mito della principessa austriaca ma anche al fervore culturale dell’Italia dell’epoca che ancora oggi fa eco nella società odierna". 

Gli eleganti saloni di Palazzo Brancaccio – l’ultimo del Patriziato Romano – hanno accolto oltre duecento ballerini e ospiti in costume dell’800, che prima sono stati accolti dallo spettacolo “Sissi, ritratto in Musica della Principessa” con Gaia Vazzoler al pianoforte e l’attrice Claudia Natale e poi hanno dato vita a uno spettacolare crescendo di valzer, quadriglie, contraddanze, polche e mazurche. 

Quest’anno Sissi è stata interpretata dall’attrice Jennifer Mischiati, prossimamente protagonista di due film internazionali: “Creators – The Past” con Gerard Depardieu e del film americano “Little America”. Il costume indossato da Sissi quest’anno è stato frutto di una collaborazione con l’Associazione “L’Arte della Bellezza” di Federica Carone che ha coordinato un laboratorio con alcune allieve della Cnds. Il costumista Marco di Lauro ha invece realizzato il costume di Francesco Giuseppe interpretato da Francesco Ferdinandi, giovane attore che il pubblico ha apprezzato nelle fiction L’Allieva, Don Matteo 10 e Furore. A breve ha terminato le riprese del film internazionale The Big Other diretto dal regista tedesco Jan Schomburg.

Il format del Gran Ballo di Sissi è quello originale della Compagnia Nazionale di Danza Storica e che ha dato enormi soddisfazioni nell'organizzazione di eventi come: il Gran Ballo del Bicentenario del Congresso di Vienna a Schonbrunn, il Gran Ballo per il Governatore di Astraskhan in Russia, il Gran Ballo dell'800 per il Re e la Regina della Malesia a Kuala Lumpur allestito anche per i Cavalieri di Malta nel Palazzo Storico di La Valletta, a Budapest, allo Sferisterio per il Macerata Opera Festival ed a Torre del Lago per il 65° Puccini Festival, il Gran Ballo del Regno delle Due Sicilie alla Reggia di Caserta ed il Gran Ballo dell’800 sul Lago di Como al Teatro Sociale.

La serata ha avuto inizio nel bellissimo Parco Naturale tra ruderi romani, fontane e piante secolari; poi gli ospiti sono stati accolti nelle splendide sale del Palazzo, le stesse dove la principessa Mary Elisabeth Field, moglie del principe Salvatore Brancaccio, organizzava sontuose feste da ballo anche in onore del Re Umberto di Savoia. Quest’anno, per la prima volta, l’evento si è svolto nel maestoso Piano Nobile di Palazzo Brancaccio: lo Spazio Field ricco di stucchi, affreschi e arredi incantevoli. In un’atmosfera pregna di romanticismo ottocentesco coloro che hanno partecipato – nobili, imprenditori, personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, italiani ed europei – si sono fatti coinvolgere dal gioco brioso e divertente del Ballo. Immersi nella dimensione storica, gli ospiti hanno omaggiato il ricordo del primo viaggio in Italia di Elisabetta di Baviera, nel novembre 1856, quando il popolo si mostrò freddo e ostile nei suoi confronti, a causa del regime militare imposto dagli Asburgo. «Più di centosessant’anni dopo i sentimenti sono cambiati – conclude il presidente Nino Graziano Luca – oggi il mito di Sissi, incarnato soprattutto nel volto cinematografico di Romy Schneider, è davvero acclamato con affetto». Il Buffet Dinner è stato curato dagli chef di Palazzo Brancaccio. Il Buffet del Beverage, come sempre nei Gran Balli della Compagnia Nazionale di Danza Storica, è stato open per tutta la serata. 

Si ringraziano Andrea Azzarone per lo Spazio Field di Palazzo Brancaccio, Alex Pacifico Management e Silvia Cannova per Pablo art director Gil Cagne’.

Data di Pubblicazione: 4 novembre 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Danza, Sissi, Roma,

Domenica 27 ottobre la Mostra di Leonardo al Palazzo della Cancelleria di Roma ospita lo spettacolo sulla vita di Leonardo Da Vinci

Domenica 27 ottobre la Mostra di Leonardo al Palazzo della Cancelleria ospiterà lo spettacolo Alla scoperta di Leonardo sulla vita dell’artista, che sarà proposto in tre fasce orarie: alle 11:00, 15:00 e 17:00.

L’obiettivo di questo appuntamento è restituire ai bambini e ai ragazzi, ormai assediati da grandi schermi e rumori invasivi, la possibilità di un momento di creatività ed immaginazione libero, aperto, dove la presa di coscienza di se stessi e degli altri trova il primo posto.

Con l’esperienza dello spettacolo dal vivo e la sperimentazione laboratoriale, i bambini verranno accompagnati in un entusiasmante viaggio alla scoperta di una delle figure più affascinanti della storia del pensiero e delle arti. Attraverso la partecipazione attiva prevista in alcuni momenti dello spettacolo, i ragazzi potranno provare la sensazione di diventare dei moderni studiosi, interagendo con i personaggi e andando alla scoperta di alcuni tra i più interessanti fatti storici della vita di Leonardo Da Vinci.

Nello spettacolo si passa da momenti recitativi, nei quali con leggerezza e ironia si propongono tematiche di valore universale, a momenti in cui i ragazzi sono chiamati a partecipare attivamente al gioco delle parti. I contenuti dello spettacolo sono strutturati in modo tale da condurre lo spettatore attraverso la storia della vita di Leonardo, focalizzandosi sul tema dello sviluppo della cultura e stimolando la predisposizione alla ricerca. Nonostante la sua atmosfera brillante, lo spettacolo conduce ad una finale presa di coscienza che incoraggia a porsi delle domande, invitando quindi a un percorso di approfondimento e di conoscenza che ciascuno potrà portare con sé a casa e in classe quando cala il sipario.

Alla scoperta di Leonardo sostiene la rivoluzione Plastic Free. Il Ministero dell’Ambiente e l’Assemblea del programma Ambientale delle Nazioni Unite del 2017 hanno stabilito nel 2018 come obbiettivo fondamentale quello di minimizzare l’inquinamento da materiali plastici tramite la promozione di alternative sostenibili. 

Il prezzo per partecipare è di €9.50 per adulti e bambini.

La prenotazione, obbligatoria, si può effettuare telefonicamente allo 06/69887616 o tramite mail a desk@mostradileonardo.com

Data di Pubblicazione: 25 ottobre 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Leonardo Da Vinci, Roma, Palazzo della Cancelleria, Mostra,

Al Palazzo della Cancelleria vive da dieci anni il mito di Leonardo Da Vinci. Tante novità in arrivo

A Roma nelle sale sotterranee del Palazzo della Cancelleria, costruito tra il 1485 e il 1513, è allestita la mostra: “Leonardo da Vinci. Il Genio e le Invenzioni – Le Grandi Macchine interattive”.

La mostra sottolinea la natura riflessiva di Leonardo, un uomo che viveva gustando quotidianamente il piacere dell’osservazione, della contemplazione e dell’elaborazione.

Esplorando ogni settore delle scienze dei suoi tempi, anticipò le future invenzioni con la scoperta di nuovi metodi.

Il suo genio, vero e proprio “dono di Dio”, come lo definì il Vasari, lo guidò a realizzare un’infinità di disegni che rappresentano studi e progetti per congegni meccanici.

Molte di queste macchine non vennero mai realizzate, ma la precisione del disegno, unita all’innumerevole quantità di appunti (i cosiddetti Codici Vinciani) sono tali da consentirne oggi la costruzione vera e propria.

Per questo, nel 2009 la Genius S.r.l. ha avuto l’intuizione di realizzare 51 macchine in scala e creare la prima Mostra a Roma che, con opere interattive, potesse realmente stupire il visitatore. Il progetto ogni anno attira migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Tra le macchine presenti si potranno vedere:

  • il Paracadute, grazie al quale l’uomo “potrà gettarsi d’ogni altezza senza danno di sé”;
  • i Galleggianti, fatti di otri di pelle gonfi d’aria, definiti da Leonardo come il nuovo “modo di camminare sopra l’acqua”;
  • la Vite di Archimede, manufatto pensante, ancora oggi utilizzato in agricoltura per il sollevamento dell’acqua e utile sia per l’approvvigionamento idrico e il prosciugamento delle paludi, sia per l’impegno in fontane e giochi d’acqua;
  • il rivoluzionario Carro Armato, una macchina bellica da toccare e da scoprire;
  • la Camera degli Specchi, la stanza, molto probabilmente mai realizzata, esempio delle molteplici ricerche dell’artista nel campo dell’ottica e della riflessione multipla;
  • la Città Ideale, il progetto di Leonardo di una città comoda e spaziosa, caratterizzata da architetture razionali e funzionali, strade ordinate “alte e forti mura”, con lo spazio cittadino articolato su diversi livelli.

Ogni anno la mostra si rinnova, continuando la tradizione di una “evoluzione” delle invenzioni del grande maestro.

Nel 2015 la Genius ha presentato al pubblico “Da Vinci New Dimension”: un sistema di immagini virtuali riprodotte tramite nove ologrammi strutturati per presentare i suoi studi sul volo, la guerra, l’ingegneria e la pittura.

Quattro teche in vetro contengono queste rappresentazioni tridimensionali.

Sfruttando un principio fisico di interferenza ottica, l’invenzione di Leonardo appare davanti agli occhi dello spettatore come un oggetto fisicamente presente, in 3D e fluttuante nel vuoto.

L’animazione della macchina nelle sue diverse componenti, precedentemente strutturata con mezzi informatici, permette di illustrarne il funzionamento con precisione quasi ingegneristica.

Il 2016 e il 2017 hanno visto l’inserimento nel percorso museale di nuove invenzioni, tra cui: la Balestra gigante; la Barca a pale; il Palombaro; il Sottomarino; la Scala d’Assalto; il Piano portatile; il Riflettore.

Attualmente sono esposte 65 macchine.

Quest’anno, per celebrare i 500 anni dalla morte di questo grande artista, sono state inaugurate due nuove grandi attrazioni: la Realtà aumentata e i Video Mapping in 3D sulle invenzioni e sull’affascinante mondo dell’anatomia.

Inoltre, nella sala dedicata al Volo, è stata esposta un’opera dell’artista bielorussa Olga Piashko, celebre anche per aver realizzato nel 2013 il ventaglio per il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L’opera rappresenta in pieno il suo spirito avanguardista e innovatore, grazie alla sua capacità di plasmare forme e materiali per estrarne l’essenza segreta e stupire così il visitatore durante l’osservazione dell’opera.

Una Mostra nel centro di Roma, presso il prestigioso Palazzo della Cancelleria, che conserva nei sotterranei una parte della falda acquifera che scorreva in questa zona e che veniva alimentata dal canale Euripus. Nell’acqua è conservato un Sepolcro del 43 a.C., appartenuto ad Aulo Irzio. Un tesoro nascosto della Roma sotterranea visibile grazie all’apertura di questa mostra.

LA REALTÀ AUMENTATA

Per realtà aumentata si intende la rappresentazione di una realtà alterata, modificata, nella quale, a quella normalmente percepita attraverso i nostri 5 sensi, vengono sovrapposte informazioni artificiali e virtuali.

Si tratta quindi di un arricchimento della percezione sensoriale mediante informazioni rielaborate elettronicamente, in questo caso con l’ausilio di un I-Pad, che non potrebbero essere altrimenti comprese.

Così sarà possibile “esplorare” la mostra direzionando l’I-Pad sull’immagine che ci incuriosisce per saperne di più. Come per magia i disegni di Leonardo prenderanno vita davanti agli occhi degli spettatori animandosi in maniera tridimensionale.

Questa tecnologia innovativa offrirà contemporaneamente anche il servizio di audioguida in 7 lingue.

I VIDEO MAPPING IN 3D

Si tratta di una tecnologia multimediale che permette di proiettare luci e immagini in modo da ottenere un effetto artistico oltre ad animazioni vere e proprie che si sovrappongono sulle superfici interessate.

E’ una forma della realtà aumentata che gioca sull’illusione ottica in modo da far coincidere il modello virtuale con la superficie reale. Per ottenere tale effetto, il posizionamento dei proiettori esercita un ruolo fondamentale. I risultati sono davvero sorprendenti! Lo spettatore avrà la sensazione che le superfici osservate prendano improvvisamente vita.

IL DIRETTORE AUGUSTO BIAGI

Augusto Biagi si forma nel settore turistico e intraprende la carriera nel mondo dell’arte e della cultura con la Mostra Leonardo Da Vinci che è conosciuto non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Il suo punto di forza è quello di coinvolgere il pubblico grazie all’interattività della Mostra da lui realizzata. Per Biagi la cultura e il turismo sono il futuro dell’Italia, un grande patrimonio a cui dare l’importanza che merita.

Data di Pubblicazione: 21 agosto 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Arte & Cultura
Argomenti: Leonardo Da Vinci, Roma, Palazzo della Cancelleria, Mostra,

Presentata a Roma la 23^ edizione di Moda Movie

La bellissima sala del Cenacolo della Camera dei Deputati, a Roma, ha ospitato stamattina la presentazione nazionale della 23esima edizione di Moda Movie, il progetto che premia il talento nella moda, nel cinema e nell’arte.

A Nino Graziano Luca, storico conduttore di Moda Movie, il compito di introdurre la manifestazione in programma a Cosenza dal 3 all’11 giugno e coordinare gli interventi del direttore artistico Sante Orrico e della responsabile del settore Cinema Loredana Ciliberto, in compagnia della giornalista de Il Sole 24Ore Chiara Beghelli e dell’attrice Jennifer Mischiati, fra gli ospiti di questa edizione.

“Moda Movie è un progetto composito che ha oltrepassato i confini della Calabria – ha esordito Luca - regalando a Cosenza una centralità assoluta, anche grazie ai rapporti virtuosi instaurati con l’Università e con tutte le realtà del posto. A Sante Orrico il merito di aver realizzato un evento di grande pregio, che unisce arte e territorio”.

“Sono felice di essere qui e orgoglioso di essere giunto alla 23esima edizione di Moda Movie, un evento ormai conosciuto in campo internazionale – ha affermato con emozione il patron di Moda Movie –. Anche in questa annualità daremo spazio ai giovani e parleremo delle eccellenze calabresi e di tutto ciò che di positivo c’è nella nostra terra”.

Coniugare fashion e settima arte è da sempre l’obiettivo di Moda Movie, che per questa edizione ha raddoppiato i contest, affiancando a quello per i giovani fashion designer anche quello per videomaker. “In un posto periferico come la Calabria – ha affermato Loredana Ciliberto - diventa difficile parlare di cinema e moda, ma noi ci stiamo riuscendo. Con il tema Folk Bohémien abbiamo chiesto ai partecipanti di raccontare la tradizione con gli strumenti della modernità, con una particolare attenzione alla cultura Arbëreshë, radicata nella nostra regione dal 1400”. Ciliberto si è inoltre soffermata sul nutrito programma della manifestazione che include lo showcase “Moda©Cibo”, due giorni di workshop e un convegno di studi con esperti del settore tessile, di moda, cinema e comunicazione.

Dopo il saluto da parte dell’onorevole Felice Mariani, che ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa, è intervenuta la giornalista Chiara Beghelli, lieta di partecipare a Moda Movie, che ha definito “un’importante operazione di scouting”, una manifestazione d’avanguardia in grado di suggerire una rete territoriale di settore: “La città di Cosenza è avanti - ha aggiunto - perché la moda è sperimentazione, comunicazione alternativa che arricchisce quella tradizionale”.

Ad arricchire gli interventi la performance di moda con le realizzazioni della vincitrice di Moda Movie 2018, la stilista cinese Xinxy Xu, portavoce di una femminilità orientale ma declinata in chiave contemporanea.

Ha invece raccontato le sue ultime esperienze professionali l’attrice Jennifer Mischiati, nuova stella del cinema italiano, interprete in una produzione internazionale al fianco di Gerard Depardieu, anche lei fra gli ospiti di questa 23esima edizione.

Presenti fra gli altri l’imprenditrice Ino Mantilla, lo stilista Mauro Gala, il curatore d’arte Rosario Sprovieri, la gallerista Myriam Peluso e il videomaker Arbër Agalliu, finalista al concorso registi di Moda Movie 2019.

Al termine della conferenza i presenti si sono spostati a Palazzo Ferrajoli, antica dimora cinquestesca, dove hanno potuto degustare i prodotti della sezione Sapori Mediterranei, eccellenze enogastronomiche della Calabria.

Data di Pubblicazione: 20 maggio 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Moda Movie, Festival, Roma