Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

roma

Al Palazzo della Cancelleria vive da dieci anni il mito di Leonardo Da Vinci. Tante novità in arrivo

A Roma nelle sale sotterranee del Palazzo della Cancelleria, costruito tra il 1485 e il 1513, è allestita la mostra: “Leonardo da Vinci. Il Genio e le Invenzioni – Le Grandi Macchine interattive”.

La mostra sottolinea la natura riflessiva di Leonardo, un uomo che viveva gustando quotidianamente il piacere dell’osservazione, della contemplazione e dell’elaborazione.

Esplorando ogni settore delle scienze dei suoi tempi, anticipò le future invenzioni con la scoperta di nuovi metodi.

Il suo genio, vero e proprio “dono di Dio”, come lo definì il Vasari, lo guidò a realizzare un’infinità di disegni che rappresentano studi e progetti per congegni meccanici.

Molte di queste macchine non vennero mai realizzate, ma la precisione del disegno, unita all’innumerevole quantità di appunti (i cosiddetti Codici Vinciani) sono tali da consentirne oggi la costruzione vera e propria.

Per questo, nel 2009 la Genius S.r.l. ha avuto l’intuizione di realizzare 51 macchine in scala e creare la prima Mostra a Roma che, con opere interattive, potesse realmente stupire il visitatore. Il progetto ogni anno attira migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo.

Tra le macchine presenti si potranno vedere:

  • il Paracadute, grazie al quale l’uomo “potrà gettarsi d’ogni altezza senza danno di sé”;
  • i Galleggianti, fatti di otri di pelle gonfi d’aria, definiti da Leonardo come il nuovo “modo di camminare sopra l’acqua”;
  • la Vite di Archimede, manufatto pensante, ancora oggi utilizzato in agricoltura per il sollevamento dell’acqua e utile sia per l’approvvigionamento idrico e il prosciugamento delle paludi, sia per l’impegno in fontane e giochi d’acqua;
  • il rivoluzionario Carro Armato, una macchina bellica da toccare e da scoprire;
  • la Camera degli Specchi, la stanza, molto probabilmente mai realizzata, esempio delle molteplici ricerche dell’artista nel campo dell’ottica e della riflessione multipla;
  • la Città Ideale, il progetto di Leonardo di una città comoda e spaziosa, caratterizzata da architetture razionali e funzionali, strade ordinate “alte e forti mura”, con lo spazio cittadino articolato su diversi livelli.

Ogni anno la mostra si rinnova, continuando la tradizione di una “evoluzione” delle invenzioni del grande maestro.

Nel 2015 la Genius ha presentato al pubblico “Da Vinci New Dimension”: un sistema di immagini virtuali riprodotte tramite nove ologrammi strutturati per presentare i suoi studi sul volo, la guerra, l’ingegneria e la pittura.

Quattro teche in vetro contengono queste rappresentazioni tridimensionali.

Sfruttando un principio fisico di interferenza ottica, l’invenzione di Leonardo appare davanti agli occhi dello spettatore come un oggetto fisicamente presente, in 3D e fluttuante nel vuoto.

L’animazione della macchina nelle sue diverse componenti, precedentemente strutturata con mezzi informatici, permette di illustrarne il funzionamento con precisione quasi ingegneristica.

Il 2016 e il 2017 hanno visto l’inserimento nel percorso museale di nuove invenzioni, tra cui: la Balestra gigante; la Barca a pale; il Palombaro; il Sottomarino; la Scala d’Assalto; il Piano portatile; il Riflettore.

Attualmente sono esposte 65 macchine.

Quest’anno, per celebrare i 500 anni dalla morte di questo grande artista, sono state inaugurate due nuove grandi attrazioni: la Realtà aumentata e i Video Mapping in 3D sulle invenzioni e sull’affascinante mondo dell’anatomia.

Inoltre, nella sala dedicata al Volo, è stata esposta un’opera dell’artista bielorussa Olga Piashko, celebre anche per aver realizzato nel 2013 il ventaglio per il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. L’opera rappresenta in pieno il suo spirito avanguardista e innovatore, grazie alla sua capacità di plasmare forme e materiali per estrarne l’essenza segreta e stupire così il visitatore durante l’osservazione dell’opera.

Una Mostra nel centro di Roma, presso il prestigioso Palazzo della Cancelleria, che conserva nei sotterranei una parte della falda acquifera che scorreva in questa zona e che veniva alimentata dal canale Euripus. Nell’acqua è conservato un Sepolcro del 43 a.C., appartenuto ad Aulo Irzio. Un tesoro nascosto della Roma sotterranea visibile grazie all’apertura di questa mostra.

LA REALTÀ AUMENTATA

Per realtà aumentata si intende la rappresentazione di una realtà alterata, modificata, nella quale, a quella normalmente percepita attraverso i nostri 5 sensi, vengono sovrapposte informazioni artificiali e virtuali.

Si tratta quindi di un arricchimento della percezione sensoriale mediante informazioni rielaborate elettronicamente, in questo caso con l’ausilio di un I-Pad, che non potrebbero essere altrimenti comprese.

Così sarà possibile “esplorare” la mostra direzionando l’I-Pad sull’immagine che ci incuriosisce per saperne di più. Come per magia i disegni di Leonardo prenderanno vita davanti agli occhi degli spettatori animandosi in maniera tridimensionale.

Questa tecnologia innovativa offrirà contemporaneamente anche il servizio di audioguida in 7 lingue.

I VIDEO MAPPING IN 3D

Si tratta di una tecnologia multimediale che permette di proiettare luci e immagini in modo da ottenere un effetto artistico oltre ad animazioni vere e proprie che si sovrappongono sulle superfici interessate.

E’ una forma della realtà aumentata che gioca sull’illusione ottica in modo da far coincidere il modello virtuale con la superficie reale. Per ottenere tale effetto, il posizionamento dei proiettori esercita un ruolo fondamentale. I risultati sono davvero sorprendenti! Lo spettatore avrà la sensazione che le superfici osservate prendano improvvisamente vita.

IL DIRETTORE AUGUSTO BIAGI

Augusto Biagi si forma nel settore turistico e intraprende la carriera nel mondo dell’arte e della cultura con la Mostra Leonardo Da Vinci che è conosciuto non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Il suo punto di forza è quello di coinvolgere il pubblico grazie all’interattività della Mostra da lui realizzata. Per Biagi la cultura e il turismo sono il futuro dell’Italia, un grande patrimonio a cui dare l’importanza che merita.

Data di Pubblicazione: 21 agosto 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Arte & Cultura
Argomenti: Leonardo Da Vinci, Roma, Palazzo della Cancelleria, Mostra,

Presentata a Roma la 23^ edizione di Moda Movie

La bellissima sala del Cenacolo della Camera dei Deputati, a Roma, ha ospitato stamattina la presentazione nazionale della 23esima edizione di Moda Movie, il progetto che premia il talento nella moda, nel cinema e nell’arte.

A Nino Graziano Luca, storico conduttore di Moda Movie, il compito di introdurre la manifestazione in programma a Cosenza dal 3 all’11 giugno e coordinare gli interventi del direttore artistico Sante Orrico e della responsabile del settore Cinema Loredana Ciliberto, in compagnia della giornalista de Il Sole 24Ore Chiara Beghelli e dell’attrice Jennifer Mischiati, fra gli ospiti di questa edizione.

“Moda Movie è un progetto composito che ha oltrepassato i confini della Calabria – ha esordito Luca - regalando a Cosenza una centralità assoluta, anche grazie ai rapporti virtuosi instaurati con l’Università e con tutte le realtà del posto. A Sante Orrico il merito di aver realizzato un evento di grande pregio, che unisce arte e territorio”.

“Sono felice di essere qui e orgoglioso di essere giunto alla 23esima edizione di Moda Movie, un evento ormai conosciuto in campo internazionale – ha affermato con emozione il patron di Moda Movie –. Anche in questa annualità daremo spazio ai giovani e parleremo delle eccellenze calabresi e di tutto ciò che di positivo c’è nella nostra terra”.

Coniugare fashion e settima arte è da sempre l’obiettivo di Moda Movie, che per questa edizione ha raddoppiato i contest, affiancando a quello per i giovani fashion designer anche quello per videomaker. “In un posto periferico come la Calabria – ha affermato Loredana Ciliberto - diventa difficile parlare di cinema e moda, ma noi ci stiamo riuscendo. Con il tema Folk Bohémien abbiamo chiesto ai partecipanti di raccontare la tradizione con gli strumenti della modernità, con una particolare attenzione alla cultura Arbëreshë, radicata nella nostra regione dal 1400”. Ciliberto si è inoltre soffermata sul nutrito programma della manifestazione che include lo showcase “Moda©Cibo”, due giorni di workshop e un convegno di studi con esperti del settore tessile, di moda, cinema e comunicazione.

Dopo il saluto da parte dell’onorevole Felice Mariani, che ha avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa, è intervenuta la giornalista Chiara Beghelli, lieta di partecipare a Moda Movie, che ha definito “un’importante operazione di scouting”, una manifestazione d’avanguardia in grado di suggerire una rete territoriale di settore: “La città di Cosenza è avanti - ha aggiunto - perché la moda è sperimentazione, comunicazione alternativa che arricchisce quella tradizionale”.

Ad arricchire gli interventi la performance di moda con le realizzazioni della vincitrice di Moda Movie 2018, la stilista cinese Xinxy Xu, portavoce di una femminilità orientale ma declinata in chiave contemporanea.

Ha invece raccontato le sue ultime esperienze professionali l’attrice Jennifer Mischiati, nuova stella del cinema italiano, interprete in una produzione internazionale al fianco di Gerard Depardieu, anche lei fra gli ospiti di questa 23esima edizione.

Presenti fra gli altri l’imprenditrice Ino Mantilla, lo stilista Mauro Gala, il curatore d’arte Rosario Sprovieri, la gallerista Myriam Peluso e il videomaker Arbër Agalliu, finalista al concorso registi di Moda Movie 2019.

Al termine della conferenza i presenti si sono spostati a Palazzo Ferrajoli, antica dimora cinquestesca, dove hanno potuto degustare i prodotti della sezione Sapori Mediterranei, eccellenze enogastronomiche della Calabria.

Data di Pubblicazione: 20 maggio 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Moda Movie, Festival, Roma

Annunciati i vincitori del concorso musicale San Vigilio In...Canto

Si è svolta presso l’Auditorium del Seraphicum di Roma, la cerimonia di premiazione del IX Concorso Nazionale di Musica San Vigilio In…Canto, appuntamento organizzato dall’Associazione Culturale “Sperimentiamo Arte Musica Teatro” volto a stimolare l’interesse, la pratica e la diffusione della musica tra giovani, contribuendo a favorire lo scambio di esperienze musicali maturate all’interno di realtà scolastiche e associative.

Quattro lunghe giornate di audizioni hanno visto l’alternarsi sul palco di numerosi giovani interpreti ed artisti provenienti da tutta Italia e divisi per varie categorie: Solisti, Musica d’Insieme, Gruppi corali, Canto Moderno, Cantautori.

I vincitori, decretati dalla commissione formata dai Maestri Antonio Vignera (Presidente di Commissione) e da Tiziano Carone, Loredana Ripepi, Monica Tenev e Franco Todde, sono stati i seguenti:

  • Categoria Solisti: Leonardo Di Vona; Nicolò Iannilli; Riccardo Iannilli, Alessandro Romagnoli; Alessio Matrigiani
  • Musica D’Insieme: Duo Di Canio/Nardecchia
  • Musica D’Insieme da 9 elementi in poi: I C. “Balabanoff”; Banda San Gregorio Di Sassola

Ospite di quest’anno è stato il trombettista di fama internazionale Luca Seccafieno, reduce dalla Carnegie Hall di New York dove ha tenuto da poco un recital dal titolo “Trumphet Rapsody” insieme con il Maestro Fabrizio Viti. Seccafieno, inoltre, ha collaborato alla realizzazione di numerose colonne sonore di celebri film come “Venuto al mondo” di Sergio Castellitto.

Data di Pubblicazione: 19 maggio 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Musica, Sperimentiamo, Roma,

Viaggio alla scoperta del personaggio: masterclass di recitazione tenuto da Dora Romano

A Roma, il 30-31 Marzo ed il 6-7 Aprile 2019, dalle ore 10:00 alle 18:00, presso "La Stanza della Luna" (Via Paolo di Dono, 169), si terrà l’attesa masterclass di recitazione tenuta dall’attrice e musical theatre performer Dora Romano, reduce dal successo ottenuto nella serie televisiva “L’Amica Geniale” di Saverio Costanzo.

La Masterclass, organizzata dall’Associazione Culturale "Sperimentiamo – Arte, Musica, Teatro" è rivolta ad attori, cantanti e a chi vuole provare a mettersi in gioco attraverso l’esplorazione di sé stessi e della propria creatività.

La masterclass si ispira al “metodo” ed affronterà la tematica dello studio del personaggio a partire dal testo (prosa, poesia o brano musicale), analizzando il sottotesto con le sue implicazioni emotive e sensoriali.

Lo studio del personaggio è per un attore un punto di partenza fondamentale per la sua creazione. La memoria emotiva (Stanislavski) costituisce la massima fonte di informazioni per il lavoro creativo dell’attore. Esplorare le emozioni, partendo da ciò che il testo e il sottotesto suggeriscono all’attore, attraverso i ricordi, sensazioni e movimenti del respiro, della voce e del corpo costituisce il percorso che si affronterà durante la masterclass.

Per informazioni: 333 408063506 45435985

Data di Pubblicazione: 14 marzo 2019
Categoria: Comunicati Stampa, Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Cinema, Masterclass, Roma, Teatro, Corso,