Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

montagna

Linea Bianca - In Trentino Massimiliano Ossini incontra i campioni della FISI Gabriella Paruzzi, Carlo Zortea e Cristian Zorzi

Dalla Val di Fassa a San Martino di Castrozza, alla Val di Fiemme: il quarto appuntamento con il programma del primo canale Rai, Linea Bianca, sarà un viaggio alla scoperta del Trentino, arricchito dalla presenza dei campioni di sport invernali. Il programma di Massimiliano Ossini si pone l’obiettivo di portare il pubblico del sabato pomeriggio di Rai Uno “sempre più in alto”, alla scoperta delle montagne italiane, per farne ammirare i panorami unici al mondo, entrare in contatto con cultura e tradizioni locali, realtà imprenditoriali e associative, enti di categoria e corpi delle Forze armate (Forestale, Alpini etc) che garantiscono la sicurezza e si attivano in azioni di emergenza, oltre che avere all’interno grandi campioni del mondo che si uniscono a quelli della Federazione Italiana Sport Invernali (F.I.S.I.). Nel corso della quarta puntata, in onda sabato dalle ore 14:30, Massimiliano Ossini sarà in compagnia di Gabriella Paruzzi, ex fondista italiana, diciotto podi individuali coppa del mondo (quattro vittorie), quattordici titoli italiani assoluti, vincitrice della medaglia d'oro nella 30 km a tecnica classica ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, della Coppa del Mondo di sci di fondo del 2004 e attuale Consigliere Federale FISI, che racconterà al pubblico di Rai Uno, l’esperienza della Marcialonga di Fassa e Fiemme, l’evento dedicato allo sci di fondo che la vide salire sul podio, dopo aver percorso 70 km esclusivamente in tecnica classica. Sport e sicurezza vanno di pari passo ed infatti sarà proprio la Paruzzi, che è anche agente della Guardia Forestale, a parlare si sicurezza nel praticare lo sci di fondo.Dalle piste alle pareti, Ossini si cimenterà in un’arrampicata con Maurizio Zanolla, in arte “Manolo”, il pioniere dell'arrampicata libera in Italia, oltre che esperta guida alpina e famoso atleta.La puntata dedicata al Trentino vedrà anche la maestra di sci, Alessandra del Catello percorrere in compagnia di Igor Cigolla le piste innevate del Pianoro del Ciampiede. Nella Val di Fiemme si darà spazio alle lezioni con un maestro d’eccezione, Cristian Zorzi, campione italiano di sci di fondo, che ha conquistato, negli anni tre medaglie olimpiche, due medaglie ai Mondiali, undici vittorie in Coppa del Mondo e quattordici medaglie ai Campionati italiani assoluti. Tolti gli sci il conduttore Rai porterà il pubblico alla scoperta dell’incontaminata bellezza del Parco naturale Paneveggio - Pale di San Martino, area protetta regionale istituita dalla Provincia autonoma di Trento nel 1967. A Cavalese si conoscerà la “Magnifica Comunità di Fiemme”, l’ente che da più di mille anni è preposto all’amministrazione e gestione dei boschi e dei pascoli della valle. La puntata di Linea Bianca accenderà i riflettori anche su San Martino di Castrozza, nota località sciistica già a partire dalla metà dell’Ottocento, di cui si racconteranno aneddoti e curiosità insieme a Giacomo Faoro Meto, guida alpina e memoria storica.Come dichiarato dallo stesso conduttore «Linea Bianca, sin dalla prima puntata, vuole dimostrare come la montagna può appassionare tutti anche i non amanti dello sci». Ed infatti è proprio in Trentino che Ossini e la Del Castello incontreranno Carlo Zortea, atleta e guida alpina, che presenterà il progetto “We Ride Safe” nella pratica consapevole e sicura del fuori pista.

Data di Pubblicazione: 17 gennaio 2015
Categoria: Eventi & Appuntamenti
Argomenti: fisi, Manolo, Massimiliano Ossini, montagna, natura, neve, Parco naturale Paneveggio, Paruzzi, sci, trenitino, tv, Zortea

La Rai accende i riflettori sulle montagne italiane. Sabato si ripercorrerà la strada fatta da papa Wojtyla

Nuovo appuntamento con Linea Bianca (#LineaBianca) e Massimiliano Ossini che sabato 3 gennaio, porterà il pubblico di Rai Uno alla scoperta dell'Adamello, un comprensorio sciistico a cavallo tra Lombardia e Trentino. Come nella precedente puntata non ci si fermerà alle piste e non si parlerà solo di sport. Cultura, storia, tradizioni e conoscenza del territorio saranno i punti fondamentali della trasmissione, arricchita con immagini inedite e panorami mozzafiato che il presentatore amato da grandi e piccini, condividerà con il pubblico a casa.

Con il prezioso contributo della Guardia Forestale, si riuscirà a racchiudere in una sola puntata un vasto territorio che va dalle Alpi Svizzere e Austriache al Gruppo Ortles Cevedale, a quello Adamello-Presanella. Si arriverà a Cresta Croce, dove Massimiliano, sarà in compagnia di Lino Zani, lo stesso "ragazzo" che nel lontano 1984, ricevette al rifugio sull’Adamello gestito dai genitori, una visita sorprendente. Quella di Karol Wojtyla e dell’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Ad aiutare il conduttore, soprattutto in pista, ci penserà la maestra di sci Alessandra del Castello che ricorderà le buone prassi per sciare e vivere la montagna in totale sicurezza. Linea Bianca è però anche divertimento e natura. Al pubblico sarà dedicato “Scio a modo mio”, una raccolta di videoclip inviati direttamente dai telespettatori.

Non mancherà una visita alla Galleria WWI, al Museo della Guerra Bianca e una passeggiata nel Parco dell'Adamello, parte di quell'aera protetta di 250.000 ettari, la più grande delle Alpi, che è considerato il "ponte tra due parchi". Tradizione, cultura, artigianato unite a divertimento e scenari da lasciare senza fiato, faranno comprendere a pieno il perché "la montagna resta sempre maestra di vita".

Data di Pubblicazione: 1 gennaio 2015
Categoria: Eventi & Appuntamenti
Argomenti: Linea Bianca, Karol Wojtyla, Massimiliano Ossini, montagna, Museo Guerra Bianca, neve, sci, tradizioni