Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Scuola & Istruzione

Sesta edizione della "Notte Nazionale del Liceo Classico" al Liceo Carducci di Nola (NA)

Uno degli eventi più attesi da tutti gli studenti dei Licei Classici d’Italia: il 17 Gennaio sarà celebrata per la sesta volta la “Notte Nazionale del Liceo Classico”, alla quale aderiscono quest’anno più di 400 scuole su tutto il territorio nazionale. Nata da un’idea del Prof. Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il liceo Gulli e Pennisi di Acireale (CT), ha catturato, sin dalla prima edizione, l’attenzione dei media nazionali e ottenuto l’approvazione ministeriale.

In una data comune, i licei classici associati aprono le loro porte alla cittadinanza, e gli studenti si esibiscono in svariate performance: letture di poeti antichi e moderni; drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera; esposizioni di arti visive; attività musicali e coreutiche; drammatizzazioni; degustazioni a tema e ispirate al mondo antico… e molto altro ancora lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti.

Anche il Liceo Classico “G. Carducci” di Nola accoglie con grande impegno l’iniziativa e, così, “festeggia” la sua identità. Gli studenti si alterneranno in letture, declamazioni, rappresentazioni (musicali, coreutiche e teatrali), parodie, offriranno degustazioni di cibi antichi... tutto frutto della loro dedizione e del loro estro poliedrico.

Tema della serata è il concetto di KTEMA ES AIEI (possesso perenne): l’entusiasmo degli studenti, dunque, consentirà al pubblico di viaggiare attraverso il tempo, alla scoperta di un mondo, quello antico, che è ancora capace di parlare al presente e di ispirare il futuro, grazie all’universalità del suo messaggio.

Studenti e docenti, coordinati dalla referente dell’evento, Prof.ssa Elisabetta Galeotafiore, hanno lavorato con creatività ed intensità per mesi, al fine di allestire una serata variegata e coinvolgente, costruita con energia e spirito di collaborazione.

La manifestazione prenderà il via alle ore 16:00. L’ingresso è libero e gratuito.

Il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Assunta Compagnone, confida in una significativa partecipazione.

Master in Radiofonia dell'Università degli Studi 'Suor Orsola Benincasa' di Napoli: scade l'11 Ottobre 2019 il bando di partecipazione

Scade VENERDI 11 OTTOBRE 2019 il bando ufficiale per partecipare alla sesta edizione del MASTER universitario di I livello in RADIOFONIA dell'Università degli Studi di Napoli 'Suor Orsola Benincasa': fondato nel 2013, il Master è stato il primo nel suo genere in Italia e vanta dati di occupazione/placement altissimi. Il Master presenta, infatti, una percentuale di placement che si aggira intorno al 70-80%: gli ex-allievi del Master oggi lavorano per emittenti radiofoniche come Radio Kiss Kiss, Radio Capital, m2o, Radiolibri, Radio Marte o Radio Crc.

Il Master, di durata annuale con 1.500 ore di corso complessive (per 60 Crediti Formativi Universitari), si rivolge ad un massimo di 16 partecipanti ed è oggi un punto di riferimento irrinunciabile a livello italiano per la formazione in ambito radiofonico, come dimostrato dalle tante importanti docenze registrate nel corso degli anni e dalle sue figure di coordinamento didattico-scientifico: Alfredo d'AgneseAntonio D'AmoreBarbara Della Salda Carlo Mancini.

Dalle collaborazione con il Teatro Italia Festival e con il Museo Madre, passando per quelle con altri enti museali italiani di altissimo profilo, il Master ha generato nel 2018 “Radio Capodimonte”, la pima radio museale in Europa, in collaborazione con Run Radio, il Museo di Capodimonte e Campania Music Commission (http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/radio-capodimonte/).

Direttore scientifico: Lucio d'Alessandro
Comitato scientifico: Enricomaria Corbi, Marino Niola, Pasquale Scialò
Coordinamento didattico-scientifico: Alfredo d'Agnese, Antonio D'Amore, Barbara Della Salda, Carlo Mancini​

Responsabile branding e comunicazione | TORRE DELLA COMUNICAZIONE
dott. Michelangelo Iossa | Michelangelo Comunicazione | michelangelocomunicazione@gmail.com

Link ufficiale al bando di partecipazione al Master di I Livello in Radiofonia dell'Università degli Studi 'Suor Orsola Benincasa' di Napoli

https://www.unisob.na.it/universita/dopolaurea/master/radiofonia/bando.htm?vr=1

Asilo nido a Cori (LT): per il prossimo anno ridotte a 25 euro le rette mensili

Per l’anno scolastico 2019/2020 verranno ridotte di circa 25 euro al mese le rette sostenute da tutte le famiglie per garantire la frequenza dei propri figli presso l’asilo nido comunale “Il Bruco Verde”. Il Comune di Cori infatti è stato ammesso al contributo regionale di circa 8.000,00 euro, da destinare all’abbattimento del costo della prossima iscrizione al servizio educativo pubblico per bambini da 0 a 3 anni, gestito dalla Cooperativa sociale Utopia 2000 Onlus. 

Le iscrizioni per la compilazione della graduatoria degli aventi diritto a frequentare la struttura sita in via Giacomo Ricci sono aperte. Possono essere iscritti i nati entro il 30 giugno, che non abbiano compiuto 3 anni, residenti a Cori con il proprio nucleo familiare. Le domande dovranno essere consegnate entro il 31 luglio. Il relativo avviso pubblico è consultabile sul sito istituzionale del Comune di Cori.

“Il Bruco Verde” rappresenta una delle migliori realtà provinciali del suo genere. I bimbi sono soggetti attivi e partecipanti, invitati ad esprimere attraverso una pluralità di linguaggi il loro modo di essere e di fare, all’interno di un ambiente pensato per andare incontro alle loro esigenze e per mezzo di una didattica innovativa, che comprende laboratori espressivi e ricreativi; corsi di inglese, di educazione al movimento e musica.  

“L’attenzione ai bisogni dei bambini e della famiglia sta a cuore alla nostra amministrazione – spiegano il Sindaco Mauro De Lillis e l’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi - Questo è il motivo che ci spinge a porre attenzione a tutte le iniziative che la Regione Lazio mette in campo a sostegno della famiglia e dei suoi bisogni. Questo bando ci è sembrato un ottimo strumento per agevolare economicamente tutte le famiglie che intendono iscrivere i propri figli presso il nido comunale “Il Bruco Verde” di Cori.”

Nino Graziano Luca alla Sapienza di Roma il 31 maggio per tenere la lezione “Corpo e Cerimoniale”

Il 31 Maggio scorso, Nino Graziano Luca sarà all'Università Sapienza di Roma in veste di docente, per tenere una lezione dal titolo “Corpo e Cerimoniale” all’interno del corso di Alta Formazione “Galatei e Buone Maniere – Percorsi nel Costume”; la lezione è stata organizzato dal Dipartimento SARAS (Storia, Antropologia, Religioni, Arte, Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia).

La società contemporanea è attraversata da profonde trasformazioni e processi di innovazione che incidono a livello politico, economico, culturale e sociale riscrivendo continuamente la vita quotidiana del soggetto nello spazio dei flussi della cosiddetta “networked society”. In particolare, la straordinaria intensificazione della connettività viene costantemente sperimentata nelle pratiche quotidiane degli individui fino a rendere oggi quasi indistinguibile il dominio delle interazioni comunicative dalle altre attività della vita professionale, familiare, personale. Di fatto, come individui, siamo immersi nel flusso della comunicazione, abilitata da tecnologie digitali sempre più pervasive, immersive e trasparenti. Tuttavia, queste innegabili potenzialità espressive e connettive “alla nostra portata” non sempre procedono di pari passo con una effettiva capacità nell’abitare con competenza all’interno di una realtà globalizzata, sempre più multilingue e multiculturale. La capacità di gestire e riorganizzare la relazione con l’alterità, di costruire e decostruire la differenza culturale, di definire gli spazi sociali, le appartenenze e i flussi, sembra costituire oggi, in particolare per le nuove generazioni, una competenza fondamentale nell’aprire o chiudere opportunità sia a livello professionale che personale. In questo senso l’etichetta e il galateo tornano ad essere oggi uno strumento strategico, fortemente valorizzato nei più diversi contesti sociali: la riscoperta delle buone maniere da adottare nei contesti relazionali rappresenta, infatti, una risorsa preziosa che consente all’individuo di adattarsi al cambiamento e di anticipare e prevenire le incomprensioni comunicative e di individuare percorsi di negoziazione dotati di senso.

Il corso di alta formazione in Galatei e Buone Maniere, promosso dal Dipartimento SARAS in partnership con l’Accademia Italiana Galateo, intende fornire le competenze teoriche e pratiche necessarie per muoversi con disinvoltura in qualunque contesto professionale e relazionale. L’impostazione del corso intende valorizzare tanto la dimensione storico culturale dell’etichetta e del galateo, quanto le più recenti riflessioni sul multiculturalismo e la mediazione interculturale, con un approccio alla comunicazione non solo come strumento ma come fine (comunicazione come condivisione). I partecipanti acquisiranno le competenze necessarie per approcciarsi correttamente al mondo del lavoro attraverso lo studio e l’acquisizione di un'ampia gamma di conoscenze che includono il linguaggio del corpo, le buone maniere, l’aspetto, le abilità interpersonali, il protocollo ufficiale e il galateo internazionale. Questa tipologia di competenze è particolarmente richiesta nelle aziende che operano a livello internazionale, nella filiera della moda, nella gestione degli eventi, nell’ambito della consulenza di immagine e del personal coaching.

Tra gli altri docenti che hanno tenuto i corsi: Raffaele Curi, Samuele Briatore, Barbara Ronchi della Rocca e Fabiana Giacomotti.