Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Svoltosi a Ravello il 43° convegno nazionale d'aggiornamento per gli Otolaringologi Ospedalieri Italiani

Svoltosi a Ravello il 43° convegno nazionale d'aggiornamento per gli Otolaringologi Ospedalieri Italiani

L'11 ed il 12 Ottobre 2019 si è tenuto il 43° convegno nazionale di aggiornamento Associazione Otolaringologi Ospedalieri Italiani (AOOI) che ha avuto lo scopo di presentare le innovazioni ed i risultati di ricerche scientifiche innovative nel settore medico, rivolto a tutti i professionisti del campo della Penisola.

Il promotore, nonché presidente del Convegno, è stato il Dott. Remo Palladino, direttore dell'UOC di otorinolaringoiatria del P.O. di Nocera Pagani.

Il Dott. Palladino è un medico di fama nazionale, recentemente insignito del prestigioso premio per le Eccellenze Italiane, ricevuto dalle mani del presidente di FWMM Maria Rosaria Boccia, nel contesto di una sentita manifestazione a scopo benefico, promossa da UILM, Comune di Pompei e Fashion Week Milano Moda a favore dei diversamente abili.

«​Sono onorato – dichiara Palladino per la fiducia ricevuta dall'Associazione dei Medici nell'assegnazione della fase costitutiva ed organizzativa di un congresso così importante.»

Il Presidente ha voluto prevedere un momento di alta cultura in cui un biologo ricercatore di fama mondiale terrà una lettura magistrale sul tema delicato e sempre doloroso delle demolizioni chirurgiche.

Questo a sottolineare la grande ricchezza umana ed il valore professionale del dottor Palladino. Umanità che è venuta fuori anche nella serata in cui ha ritirato il premio per le Eccellenze Italiane. Monica Marangoni, nota e bellissima presentatrice RAI, ha introdotto sul palco del teatro Di Costanzo Mattiello di Pompei, con una descrizione per titoli i medici, e il Dott. Palladino ha tenuto a manifestare la sua gioia nel ricevere un premio in un contesto in cui persone con difficoltà motorie, sedute su una carrozzina, erano lì felici e sorridenti ad applaudire i medici.

Il convegno ravellese si è svolto svolto in due giorni e ha puntato su due punti essenziali: la presentazione di nuove tecniche terapeutiche ed il consolidamento di quelle che risultano essere efficaci e pertinenti, seppure tradizionali. Questo sia nelle patologie pediatriche che adulte.

© webcomunicazioni.it. Riproduzione Riservata

← Torna alla Prima Pagina