Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Prevenzione e informazione sulle dipendenze. Al via il progetto all’Istituto Comprensivo “Cesare Chiominto” di Cori (LT)

Prevenzione e informazione sulle dipendenze. Al via il progetto all’Istituto Comprensivo “Cesare Chiominto” di Cori (LT)

L’Istituto Comprensivo “Cesare Chiominto” prenderà parte alprogetto distrettuale di prevenzione e informazione sulle dipendenze rivolto ad alunni, genitori e docenti, gestito dalla Cooperativa Astrolabio in collaborazione con i Servizi Sociali del Comune di Cori e l’Amministrazione comunale – Assessorato alle Politiche Sociali, che prenderà avvio martedì 19 Marzo e proseguirà fino alla fine di Maggio.

Sono previsti dieci incontri con le classi terze elementari del territorio, più altri due con familiari ed insegnanti, ciascuno della durata di due ore, sulle dipendenze legate all’utilizzo di sostanzecome droghe o alcool; e sui comportamenti connotati da dipendenza come quelle legate al gioco d’azzardo oppure agli strumenti tecnologici, quali, ad esempio, l’utilizzo di internet o dei videogiochi.

Saranno presenti e interverranno in aula vari professionisti, psicologi ed educatori Astrolabio, supportati da animazioni e video al fine di coinvolgere attivamente gli studenti con unametodologia ludico-animativa tesa a rinforzare la fiducia dei giovani e mantenere viva la loro attenzione, anche attraverso esercitazioni e simulazioni pratiche.

Sarà, inoltre, istituito uno sportello di ascolto scolastico al quale i ragazzi potranno rivolgersi nella più assoluta riservatezza garantita dall’uso di un’apposita cassetta postale, per affrontare non solo problematiche legate alla dipendenza. Anche le famiglie e il corpo docente potranno usufruire della consulenza gratuita del personale esperto.

Il progetto nasce con l’intento di far acquisire gli strumenti più idonei a fronteggiare la realtà del fenomeno descritta dai dati disponibili. Si abbassa sempre più l’età in cui si finisce nella rete dell’uso di droghe, alcool e altre dipendenze. Complice soprattutto la mancata percezione dei danni che questi producono e unapoca disponibilità all’ascolto da parte di chi potrebbe aiutare ad uscirne fuori. 

© webcomunicazioni.it. Riproduzione Riservata

← Torna alla Prima Pagina