Invio Comunicati Stampa e Notizie - WEBcomunicazioni.it
Invio Comunicati Stampa e Notizie

Confabitare: sempre più anziani costretti a vendere la nuda proprietà

Molti anziani, schiacciati dalla crisi e dal costo della vita che aumenta, sono costretti a vendere la “nuda proprietà” della propria abitazione. Questo triste dato emerge da una recente analisi dell'associazione di proprietari immobiliari Confabitare. Nel corso del primo semestre 2015, infatti, si è registrato un aumento della vendita di immobili in “nuda proprietà”, con un incremento del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In tutto il territorio nazionale, ben 97 mila anziani hanno già scelto questa formula: la loro età media è di 75 anni e la loro pensione media mensile si aggira intorno ai mille euro. Nella maggior parte dei casi, si tratta di anziani che non hanno legami con la propria famiglia e/o sono senza eredi diretti, e che hanno bisogno di liquidità per mantenersi, pur conservando la disponibilità dell'abitazione.
Come osserva il presidente nazionale di Confabitare Alberto Zanni: «Il fenomeno della vendita della nuda proprietà rappresenta il segno tangibile di una crisi che avanza sempre di più e che rischia di aumentare ulteriormente a fronte di un potere d'acquisto delle pensioni drasticamente in calo e del costante aumento del costo della vita, dei servizi, dei prezzi e delle tariffe.»
Il costo sempre maggiore della gestione di un immobile, causato dall'appesantimento della tassazione che grava sulla casa, costringe gli anziani a dover ricorrere alla vendita della propria abitazione. Secondo l'analisi condotta a livello nazionale da Confabitare, il primato spetta all'Emilia Romagna con oltre il 39%, seguita dal Lazio con il 18%, il Piemonte e Lombardia con il 16%, la Toscana con il 10% e la Liguria con l'8%.
Da questa indagine risulta che la situazione attuale porta gli over 65 a dover sacrificare la propria casa pur di avere una liquidità che possa loro garantire il proprio mantenimento, e altrettanto determinante nella decisione dell'anziano di vendere il proprio immobile in nuda proprietà è la possibilità di avere le risorse con le quali aiutare figli e nipoti alle prese con la crisi occupazionale o con le difficoltà ad accedere al mercato del lavoro.
Anche per quanto riguarda l'analisi riferita alle grandi città emerge che al nord questo sia un fenomeno più diffuso rispetto alle altre zone di Italia. Il ricorso alla vendita della nuda proprietà consente di monetizzare dalla cessione dell'immobile senza perdere il diritto abitativo (usufrutto) e, quindi, permette di mantenere la stessa qualità di vita integrata da una nuova liquidità, ottenuta senza ricorrere ad indebitamenti. Dall'altra parte, chi acquista ha la possibilità di effettuare un investimento a medio-lungo temine e, inoltre, entra in possesso di un immobile senza dover pagare l'IMU, in quanto l'imposta ricade sull'usufruttuario.
Il presidente di Confabitare conclude: «Questo preoccupante fenomeno che va sempre più diffondendosi, sintomo della pesante crisi che colpisce soprattutto la fascia dei pensionati, sempre più debole, deve portare il Governo a prendere provvedimenti ormai non più procrastinabili. Per questo motivo abbiamo scritto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, al Ministro del lavoro Giuliano Poletti e a tutti i capigruppo di Camera e Senato affinché vengano assunti tutti i provvedimenti necessari per dare una risposta a questo problema.»

Data di Pubblicazione: 7 settembre 2015
Categoria: Casa & Condominio
Argomenti: nessuno

Confabitare ripropone l'iniziativa "Nonni adottano studenti"

A Bologna torna "Nonni adottano studenti", l'iniziativa solidale ideata dall'associazione di proprietari immobiliari Confabitare, che – dopo le esperienze positive raccolte tra studenti ed anziani – ha deciso di replicarla anche per il prossimo anno accademico e diffonderla su tutto il territorio nazionale grazia alla sua vasta rete di sedi provinciali. L'idea, nata cinque anni fa, ha l'intento di rispondere alle esigenze economiche degli studenti e, al tempo stesso, di contrastare il mercato nero degli affitti. L'iniziativa vede coinvolti in prima persona anziani disposti ad accogliere in casa uno studente che, in cambio, offrirà loro compagnia ed assistenza (come ad esempio fare la spesa, acquistare medicine e altre commissioni quotidiane).

Lo studente, dal canto suo, avrà a disposizione una stanza singola senza dover pagare l'affitto.Ottimi i risultati raccolti lo scorso anno, quando, proprio grazie all'intraprendenza dei giovani e all'ospitalità dei "nonni", sono stati sistemati ben 93 studenti (63 ragazze e 30 ragazzi), tutti tra il centro e la prima periferia bolognese. «Abbiamo voluto riproporre l'idea anche per quest'anno perché la quinta esperienza ha dato buoni frutti – spiega Alberto Zanni, Presidente Nazionale di Confabitare ed è stato un valido esempio di convivenza: anziani e studenti sono stati entrambi soddisfatti e pronti a ripetere l'avventura. Basti pensare che alcuni di loro, una volta terminato il percorso universitario, hanno consigliato l'iniziativa ad altri amici studenti che poi sono subentrati nelle case dei nonni.»

Come sottolinea Zanni: «L'iniziativa, inoltre, si propone da una parte di combattere, in maniera più efficace, il fenomeno degli affitti in nero e, dall'altra, di contrastare le truffe che, sempre più spesso, hanno come vittime proprio gli anziani che vivono soli. La presenza di una persona giovane, infatti, molto spesso aiuta a scongiurare questi spiacevoli episodi.»

Per maggiori informazioni: info@confabitare.it

Dibattito a Benevento su Famiglia e Società

Domenica 30 Agosto 2015, alle ore 18:00, presso la Chiesa di San Nicola in CASTELPOTO (BN), avrà luogo il Dibattito dal titolo "Famiglia e Società. Questa società ha ancora bisogno della famiglia?".

L'evento, organizzato da Controcorrente Edizioni, avrà come tema l'omonimo libro del sociologo francese ALAIN DE BENOIST intitolato "Famiglia e Società. Origini, Storia, Attualità" edito dalla prolifera casa editrice partenopeaAl dibattito interverranno, oltre al giornalista ed editore di Controcorrente PIETRO GOLIA, anche MARINA SIMEONE, ANNA SPAGNUOLO, RODOLFO DE MATTEI ed alcuni rappresentanti della Curia di Benevento.

Per maggiori informazioni, potete visitate il sito ufficiale della casa editrice: http://controcorrentedizioni.it/

Tavola rotonda a Moliterno (PZ) sul tema del Canestrato IGP

Domenica 9 agosto 2015, dalle ore 10:30 alle 12:30, in occasione della XXXIV edizione della Sagra del Canestrato, si è svolta presso la Bibliomediateca "G. Racioppi" Palazzo Valinoti di P.za Vittorio Veneto – Moliterno (Potenza), la tavola rotonda dal titolo “Il Canestrato IGP di Moliterno: la produzione e le nuove forme di commercializzazione”.

Continua a leggere →