Invio Comunicati Stampa e Notizie - WEBcomunicazioni.it
Invio Comunicati Stampa e Notizie

Il Leone Rampante di Cori all'80° del primo pellegrinaggio a Loreto

Gli Sbandieratori hanno animato i festeggiamenti organizzati presso la Santa Sede. Nei giorni scorsi invece il pellegrinaggio giubilare dei 150 parrocchiani coresi in occasione del Giubileo dei Ragazzi e delle Ragazze.
Gli Sbandieratori Leone Rampante di Cori hanno animato con il folklore della bandiera i festeggiamenti per l’80° anniversario del primo pellegrinaggio U.N.I.T.A.L.S.I. a Loreto. La ricorrenza è stata celebrata nella Santa Sede sabato 7 Maggio con la solenne processione su via della Conciliazione, dove ha sfilato la più antica statua lignea della Madonna Pellegrina di Loreto, seguita dalla santa messa nella Basilica di San Pietro.
Dopo la funzione presieduta dal card. Angelo Comastri, arciprete della Basilica papale di San Pietro, alla presenza dei vertici dell’U.N.I.T.A.L.S.I. nazionale, dei presidenti di tutte le sezioni dell’U.N.I.T.A.L.S.I. d’Italia, del Sindaco di Loreto e del Rettore del Santuario della Santa Casa di Loreto, i presenti hanno attraversato la Porta Santa e sono partiti in pellegrinaggio per Loreto, ove rimarranno fino al 10 Maggio.
Era l’8 Maggio 1936 quando Enzo di Napoli Rampolla, allora segretario U.N.I.T.A.L.S.I., in viaggio con la sua macchina nel viterbese, forò una gomma e dovette fermarsi sotto un cartello che recava le indicazioni per Loreto. Fu allora che ebbe l’idea: l’associazione avrebbe continuato a trasportare i disabili e gli ammalati in pellegrinaggio, e lo avrebbe fatto al Santuario di Loreto, con la benedizione di Papa Pio XI.
Pochi giorni fa invece il pellegrinaggio giubilare dei 150 fedeli delle due parrocchie di Cori, SS. Pietro e Paolo e Santa Maria della Pietà, durante lo svolgimento del Giubileo dei Ragazzi e delle Ragazze (23/24/25 Aprile), organizzato nell’anno del Giubileo straordinario della Misericordia per coloro che sono troppo piccoli per andare a Cracovia alla Giornata Mondiale della Gioventù del prossimo Luglio.
La delegazione corese ha visitato i Musei Vaticani, concludendo il percorso nella Cappella Sistina. Dopo l’ingresso dalla Porta Santa nella Basilica di San Pietro, ha sostato in preghiera davanti alle tombe dei Santi Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Lasciata la Città-Stato i parrocchiani di Cori hanno raggiunto la residenza papale di Castel Gandolfo, dove si sono immersi nei giardini prima del pranzo biologico nella fattoria pontificia.

Marco Castaldi
ufficiostampacori@gmail.com

CONI: "I Giovani incontrano i Campioni" a Cori e Giulianello (LT)

Francesco Fortunato e Andrea Di Girolamo sono stati accolti dagli studenti delle scuole secondarie di primo grado che hanno partecipato al progetto del CONI. Racconti, domande e risposte, su vita e sport, valori sportivi e corretti stili di vita. 

Il progetto del CONI ‘I Giovani incontrano i Campioni’ ha fatto tappa nelle scuole secondarie inferiori di Giulianello e Cori. Prima alla ‘Salvatore Marchetti’, con il centrale della Top Volley Latina, Francesco Fortunato, e poi alla ‘Ambrogio Massari’, che ha accolto il pluricampione italiano e mondiale di taekwondo, Andrea Di Girolamo (foto di Fernando Bernardi). Gli alunni delle classi prime, seconde e terze, hanno vissuto con emozione e coinvolgimento i due incontri con i campioni dello sport. Hanno ascoltato e partecipato alla narrazione delle loro esperienze, non solo sportive, ponendo numerose domande. I campioni non si sono risparmiati, con risposte e piccole dimostrazioni della loro disciplina. 
I due appuntamenti sono stati preceduti da una fase di preparazione durante la quale gli studenti, insieme ai loro insegnanti, e sulla base dei materiali informativi inviati dal CONI Lazio, hanno avuto modo di conoscere meglio gli atleti che si andavano ad incontrare, anche in vista dei quesiti da porre loro durante i seminari. 
Raccontare come si possono raggiungere obiettivi importanti e l’orgoglio di esserci riusciti è stato un modo per riaffermare i valori dello sport e la pratica di attività fisica come ben-essere. Lealtà, rispetto delle regole, sana competitività e fair play, sono le fondamenta dello sport, che a sua volta implica la capacità di adottare corretti stili di vita, e consente di integrare e aggregare le persone. 
Questi esempi virtuosi di agonismo e personalità etica possono rappresentare un’utile bussola di orientamento comportamentale per i ragazzi, in un’età, quella preadolescenziale, emotivamente disarmonica nei confronti di se stessi e dei loro coetanei. Nel periodo di passaggio dalla fanciullezza all’adolescenza infatti, si è più sensibili agli impulsi, sia negativi che positivi. 
Il progetto, che nel 2013/14 ha ampliato a livello regionale l’esperienza avviata nel 2005/06 nella provincia di Roma, è giunto per la prima volta presso l’I.C. ‘Cesare Chiominto’ per volontà del CONI Latina e del Presidente del Consiglio d’Istituto e referente CONI per i Comuni di Cori e Rocca Massima, dott. Emanuele Nobili. 
Erano presenti all’iniziativa: il Delegato del CONI Latina, prof. Fabrizio Malgari; il Coordinatore tecnico del CONI Latina, M.D.S. Marcello Zanda; la referente provinciale del CONI Latina, Tiziana Di Pietro; il Dirigente dell’I.C. ‘Cesare Chiominto’, dott. Luigi Fabozzi; l’Assessore allo Sport del Comune di Cori, Chiara Cochi. 

Marco Castaldi
ufficiostampacori@gmail.com

Video dell'intervento di Pino Aprile alla "Don Bosco F. D'Assisi" di T.Greco (NA)

In esclusiva l'intervento completo dello scrittore-giornalista Pino Aprile all'istituto comprensivo "Don Bosco Francesco D'Assisi" di Torre del Greco (Napoli) in occasione della presentazione del nuovo libro "Carnefici" edito da Piemme edizioni. Ha moderato la dirigente scolastica prof.ssa Grazia Paolella.