Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Musica & Concerti

“Caffeine Rooms”, il nuovo disco degli oJama

oJama - Caffeine Rooms

Chicchi di alternative rock macinati in un simposio di CBGB style e new wave: questa è la miscela per creare "Caffeine Rooms", con note corpose, taglienti e irrisorie.

Genre: Alternative Rock

Label: Rocketman Records

 

STREAMING https://soundcloud.com/user-241068947/sets/caffeine-rooms

 

“Caffeine Rooms” è l’album d’esordio degli oJama, alternative rock band toscana che, dopo il video-single d’anticipazione di giugno dal titolo “Old Key Studios”, presenta un lavoro frutto di un flusso di coscienza che prende vita quando non ci pensi. Tutte le composizioni sono originali, scritte in stanze colme di qualsiasi tipo di caffeina. L'immaginarsi scene, il guardarsi intorno, sognare una quotidianità diversa, sempre con un tono ironico e il non fare niente per cambiare.

Le sonorità pungenti, frizzanti, spumose, possono avvicinarsi al metallo, allo zinco e colpire pesante. Frammenti di alternative rock anni 70' e brit-rock 80', si intrinsecano a linee funky, sporche, vere.

I brani spaziano da linee funky, melodiche, piuttosto allegre, come in "Man's Feelers" e "I'll Be Gone", a sensazioni buffe, terribili ed incombenti come in "Dancing With My Sharks", "Asphalt's For Cars" e "Teach Me How To Play Chess". Si sorvola su ballate al limite del nostalgico con "Bites", "Disilussion" e "Old Key Studios". La ciliegina è l'ultimo brano, "The Dirty Bottom", che non si fa mancare niente in termini di sonorità, ed è "dove volevamo arrivare con la fine del disco".

 

Tracklist:

1)Man's Feelers

2)Dancing With My Sharks

3)Old Key Studios

4)Teach Me How To Play Chess

5) I'm In The Walls

6) Asphalt's For Cars

7)I'll Be Gone

8)Disillusion

9) Bites

10) The Dirty Bottom

Bio

Gli oJama nascono nel 2017 in una piccola provincia toscana con ancora nessuna idea precisa in testa né consapevoli del loro continuo evolversi. Nel 2018 incidono due brani fatti in casa con lo scopo di raggiungere qualcosa di più completo. Dopo un'estate passata a perfezionare le loro sonorità riescono ad aprire una collaborazione con Rocketman Records e nel febbraio 2019 registrano a Milano il loro primo album "Caffeine Rooms", un disco che spazia dall'alternative rock al classic rock anni 70/80, con linee funk e melodie sporche. Il contenuto dei testi oscilla tra la dualità e l'esaurimento. La band è composta da Cristiano Manfredi (voce, chitarre), Giacomo Baldi (batteria, percussioni) e Nicola Lazzini (basso).

Foto

Cover https://bit.ly/2ZBk6Yi

Band https://bit.ly/2F8KAEY

Band1 https://bit.ly/2wQOJsL

 

Contatti

https://www.facebook.com/oJamaband/

https://ojama3.bandcamp.com/releases

 

 

Blob Agency Press Media Office

antipop.project@gmail.com

www.facebook.com/BlobAgency

Frank Lavorino 3396038451

Ginevra Nervi firma le canzoni originali della fiction Mediaset “Il Processo” di Stefano Lodovichi

Ginevra Nervi, cantautrice e compositrice di musica elettronica, firma le canzoni originali dell’attesa fiction Il Processo che andrà in onda dal 29 novembre su Canale 5 con la regia di Stefano Lodovichi ed interpretato da Vittoria Puccini e Francesco Scianna.

La colonna sonora firmata da Giorgio Giampà e il concept costruito insieme al regista hanno permesso all’artista di addentrarsi nel loro immaginario sentendosi affine alle sonorità e ai timbri da loro scelti. Ha potuto, così, creare delle tessiture molto dense, cercando di evocare atmosfere distanti, suoni che arrivassero da un ricordo, come se emergessero da un mondo sommerso.

La Nervi ha fatto un ampio uso della sua voce in questo lavoro, sia come strumento principale che secondario. Grazie all’ uso di distorsoripitch shifter ed utilizzando samplesloops vocali e armonizzazioni per creare pattern ritmici e pads, l’artista è riuscita a dare ruoli diversi alla sua voce e a manipolarla.


 

NOTE DELL’AUTRICE:
“Un aspetto che mi ha particolarmente affascinata era il contrasto molto forte che emergeva dalla narrazione: due donne diverse tra loro e molto profonde, ciascuna con diversi segreti e pronte a tutto per fare in modo che restassero tali. Mi riferisco alle due protagoniste, Elena Guerra (interpretata da Vittoria Puccini) e Linda Monaco (interpretata da Camilla Filippi). A partire da questa dicotomia tra due femminilità così diverse tra loro ma in qualche modo anche così vicine, ho cercato di mantenere sia colori più ‘dark’, enigmatici, aggiungendo synth molto scuri, percussioni riverberate, che timbri più eterei, intimi e dolci. In questo caso, l’uso della voce come molteplice strumento è stato predominante”.

 


BIOGRAFIA
Ginevra è una cantautrice e compositrice di musica elettronica nata a Genova. Le sue radici musicali affondano nella New Wave e nel Synth Pop, con profonde influenze dall’elettronica nord europea. Nel 2014 la prima collaborazione nel mondo delle serie tv, con la sigla della serie Il Commissario Rex diretta dai Manetti Bros. Negli anni seguenti alcuni dei suoi brani compaiono su altre serie tv come L’ispettore Coliadro (2016) e nel film The Start Up di Alessandro D’Alatri (2017).
Oggi le sue collaborazioni come autrice di brani originali compaiono sulla serie Il Processo di Stefano Lodovichi (2019) e la seconda stagione de Il Cacciatore di Davide Marengo (2019).
Ginevra ha firmato la colonna sonora del film L’ultimo Piano prodotto dalla scuola di cinema Gian Maria Volontè e ha iniziato una prima collaborazione sul fronte internazionale firmando la colonna sonora del cortometraggio messicano Lactea di Lea Soler (2019).

"Per fiorire d'inverno", la canzone di Yuri Salvatore dedicata a Nadia Toffa

La passione per Nadia Toffa diventa una canzone: è il giovane artista napoletano Yuri Salvatore, autore ed interprete noto sul mondo dei social, a scriverla in un fantastico volo di parole in musica.

Si tratta del brano "Per fiorire d'inverno", una lettera in cui Yuri Salvatore percorre la strada del coraggio, lasciandosi andare ad un mix di nostalgia e romanticismo. Una lettera dedicata alla super inviata de "Le Iene" che nel brano, lo stesso Yuri definisce «la mia sorella grande.»

"Per fiorire d'inverno" è accompagnata da un bellissimo videoclip diretto da Marco Novelli che rappresenta il dolce sogno del giovane musicista di quartiere.

Per visuaizzare il videoclip di Yuri Salvatore:
https://www.youtube.com/watch?v=drmdxw5gWuM

Cori (LT): svoltosi il Concerto "Canzoni per sonar d'ogni sorte de inserimenti" alla Cappella dell'Annunziata

Le GEP - Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days) costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa, promosso dal 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea. Lo scopo della manifestazione è far apprezzare e conoscere a tutti i cittadini il patrimonio culturale condiviso e incoraggiare la partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.

Lo scorso 21 e 22 Settembre si sono celebrate in tutta Italia le GEP che nell’edizione 2019 sono ispirate al tema “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”.  Visite guidate, iniziative speciali, culturali e di spettacolo, e aperture straordinarie saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali. 

Il programma messo in campo dal MiBAC - Polo Museale del Lazio con la collaborazione della PRO LOCO CORI, ed il Patrocinio del Comune di Cori (LT), ha previsto per la scorsa serata del 21 Settembre le visite guidate del quattrocentesco ORATORIO DELL’ANNUNZIATA accompagnate da concerti di 15 minuti di musiche e canti rinascimentali eseguiti dal Complesso Strumentale FANFARRA ANTIQUA.

Con inizio rispettivamente alle ore 19:30, 20:30 e 21:30 saranno presentati al termine delle visite guidate tre concerti titolati CANZONI PER SONAR D'OGNI SORTE DE INSTROMENTI Musica e Canti rinascimentali tra gli splendidi affreschi dell'Annunziata - .

Il Complesso è stato diretto dal M° Carlo Marchionne che si è esibito con strumenti e costumi d’epoca in un programma di brani musicali che condurranno gli spettatori mirabilmente nel mondo della Rinascenza. Scopo essenziale del Complesso è quello di andare a riscoprire le musiche rinascimentali, attraverso uno studio attento delle melodie dell’epoca, in particolare quelle eseguite dai menestrelli nelle corti nel tardo Medioevo e nel Rinascimento.

Nello spettacolo di Cori, il Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua” farà ricorso all’importante collaborazione di maestri di musica antica come Carlo Marchionne (flauto), Mauro Salvatori (flauto, gaita), Antonella Licciardi (spinetta rinascimentale), Anna Maria Gentile (viola da gamba), Laura Fabriani (percussioni) e del soprano Roberta Polverini.

La Cappella dell’Annunziata è una chiesetta oratorio completata nei lavori di edificazione dal Comune di Cori alla fine del XV secolo, proclamata monumento nazionale, le cui pareti sono ricoperte di affreschi raffiguranti episodi della vita di Gesù, personaggi dell’Antico Testamento, il Giudizio Universale. Detta istituzione fu patrocinata da Pedro Fernández De Friás, cardinale castigliano che incaricò un primo gruppo di pitture che furono realizzate da un artista di cultura umbro-romana. Tra il 1426 e la metà del XV sec., altri patrocinatori, tra i quali i cardinali Carrillo De Albornoz e Juan Cervantes contribuirono ad ultimare l'arredamento dell'oratorio in altri tre momenti differenti.

Il suono esalterà e favorirà la comprensione degli splendidi affreschi dell'Annunziata, che saranno supportati anche dalle informazioni inserite nella nuova cartellonistica realizzata dal Polo Museale del Lazio, regalando al visitatore un’esperienza emozionante, immergendolo nel pieno della raffinatissima estetica del Rinascimento lepino.