Invio Comunicati Stampa e Notizie - WEBcomunicazioni.it
Invio Comunicati Stampa e Notizie

Libertà di Religione: gli Onorevoli PD Berlinghieri e Preziosi partecipano all'Incontro internazionale di parlamentari a New York

Si è concluso nei giorni scorsi, a New York, l'incontro internazionale su “libertà di religione e di credo”, promosso da un Tavolo di parlamentari di diversi Paesi e di differenti confessioni religiose. All'incontro hanno partecipato oltre sessanta parlamentari provenienti da Europa, Africa, Asia e America latina. La tematica risulta di estrema attualità, anche alla luce della escalation di forme di discriminazione, di persecuzione cruenta, con atti di vera e propria barbarie contro soggetti religiosi e contro i cristiani in particolare (si pensi al milione di cristiani uccisi, in quanto tali, nel decennio 2000-2010). Attualità data anche dalla questione dei migranti, uomini, donne e bambini che fuggono da situazioni di oppressione e persecuzione, alla ricerca di un futuro migliore, lontano dal terrore e dalla povertà. Il fenomeno migratorio, in continua crescita, ha portato ad una presenza stanziale nei Paesi europei, di una popolazione sempre più numerosa proveniente da altre parti del mondo (Est Europa, Africa...), popolazione che mantiene ed anzi ricerca, proprio nel contesto plurale, i propri riferimenti religiosi come elementi identitari. A questo aspetto è correlata l’estensione della libertà religiosa così come il delicato tema della reciprocità.

Interessante il confronto tra le diverse esperienze e testimonianze portate dai parlamentari di quei Paesi dove più drammatici sono gli impedimenti al pieno esercizio della libertà religiosa. Tra queste la testimonianza del rappresentante del Myanmar e del parlamentare dell’India, o le voci dell'Africa del Nord espresse attraverso il presidente della Commissione per i diritti umani dell’Egitto. All’incontro hanno partecipato, per il partito democratico, gli Onorevoli Marina Berlinghieri ed Ernesto Preziosi che, in quella sede, hanno ribadito la convinzione che la libertà religiosa è un diritto assoluto che non può essere negato né subire restrizioni. Tra le proposte avanzate, quella che impegna il governo a usare i fondi della cooperazione del bilancio per difendere e rafforzare la libertà di religione e di credo nel mondo.

Maggiori strumenti operativi devono inoltre essere forniti a Lady PESC per produrre uno sforzo più forte e più efficace da parte delle istituzioni europee in termini di azione e promozione della libertà religiosa.

Si sta anche lavorando ad un incontro da tenersi in Italia, che coinvolga Federica Mogherini, come Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea, e rappresentati delle religioni.

«Per raggiungere gli obiettivi fissati a New York – affermano Berlinghieri e Preziosi sarà necessario allargare la rete di parlamentari impegnati su questioni legate alla libertà di religione e di credo nel mondo, favorendo la creazione di nuove piattaforme o gruppi parlamentari che sostengano l’articolo 18 della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e che siano politicamente e religiosamente eterogenei.»

© webcomunicazioni.it. Riproduzione Riservata

← Torna alla Prima Pagina