Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Comunicati Stampa

Nettuno (LT): "IoRiciclo", la campagna di comunicazione per incentivare la raccolta differenziata

Il 17 settembre alle ore 19:00 si terrà la presentazione della campagna “IoRiciclo”, presso l’aula consiliare del Comune di Nettuno. La cittadinanza e la stampa locale sono invitate a partecipare a questo evento a porte aperte che ha l’obiettivo di portare all’attenzione le problematiche riguardanti le cattive abitudini circa l’abbandono dei rifiuti e, nel contempo, suggerire le buone pratiche che ogni cittadino dovrebbe seguire per avere cura della propria città.

La campagna “IoRiciclo”, promossa dal Comune di Nettuno e in particolare dall’ Ufficio Area IV Ambiente e Sanità, con il patrocinio della Città Metropolitana di Roma Capitale e della Regione Lazio, nasce in un periodo particolarmente delicato in materia di inquinamento. Le recenti notizie dei media sono allarmanti, il Pianeta sta raggiungendo il punto di non ritorno oltre il quale rischiamo l’estinzione. Anche il Comune di Nettuno ha deciso di attivarsi per scongiurare questo pericolo, iniziando con la ferrea intenzione di ripulire la città e, soprattutto, di andare a monte del problema contrastando i “furbetti” che abbandonano i rifiuti senza rispetto per il prossimo, per l’ambiente e soprattutto per il posto in cui vivono.

Per questo motivo il Comune ha predisposto l’installazione di un sistema di video sorveglianza contro l’abbandono dei rifiuti: 20 telecamere poste nei punti più sensibili che hanno iniziato a pizzicare i cittadini che sporcano e che a breve riceveranno le giuste sanzioni a cura della Polizia Municipale.

Sono queste e tante altre le novità di cui si parlerà il 17 settembre in occasione della presentazione della campagna “IoRiciclo”. All’evento interverranno il Sindaco di Nettuno Ing. Alessandro Coppola, il dirigente dell’Area Ambiente e Sanità Ing. Benedetto Sajeva e altri rappresentanti dell’amministrazione Nettunese.

Con la partecipazione della Dott.ssa Maria Gabriella Villani - Presidente WWF litorale laziale e la Dott.ssa Franca Maragoni - Vice presidente WWF litorale laziale, apriranno l’incontro fornendo importanti spunti sui quali discutere sul tema dei rifiuti e la salvaguardia del litorale di Nettuno. Saranno diversi gli argomenti trattati dedicati a una cittadinanza che da tempo vive il disagio della sporcizia e dell’incuria in una città che adesso ha deciso di dire basta all’inquinamento. Di centrale importanza e la strategia delle 3 R: riduco, riuso, riciclo, argomento centrale dell’intervento collegato direttamente al problema dell'inquinamento da plastiche, punto centrale della campagna on-air, sarà uno dei punti focali della discussione; è giusto infatti il nostro Comune raggiunga soddisfacenti livelli di attenzione ad un problema ormai mondiale per regalare ai nostri figli una città e un mondo migliore in cui vivere.

Vi invitiamo a partecipare numerosi per dare un significativo segnale a chi non rispetta una città turistica dalle infinite opportunità. Una città che ha deciso di iniziare un nuovo percorso di rinascita dichiarando guerra all’abbandono dei rifiuti.

Durante l’evento saranno distribuite gratuitamente le borse per la raccolta differenziata dei rifiuti fino ad esaurimento delle scorte. Per informazioni circa le modalità di prenotazione vi invitiamo a consultare o collegarvi alla pagina Facebook della campagna @IoRicicloComuneNettuno.

La campagna “IoRiciclo” è stata ideata dall’agenzia “Wizard Comunicazione Integrata”, grazie al lavoro del CEO e Direttore Creativo dell’agenzia Massimiliano Trombacco e dal suo team.

Per ulteriori informazioni scrivere ad: ufficio.igieneambiente@comune.nettuno.roma.it o chiamare il numero di tel. 06.98889429

Crescere nell’era digitale, un saggio di Giorgio Capellani

Crescere nell’era digitale. L’uso delle nuove tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta: quale futuro?

Nel 2017 l’Ericsson Mobility Report ha confermato che le SIM hanno superato il numero di esseri umani. Una verità sconcertante che fotografa la dimensione di un fenomeno inarrestabile: quello della mobilità, nonché dell’avanzamento senza tregua della tecnologia. A fornire le spiegazioni sociali, scientifiche e antropologiche dell’ascesa digitale, superando la bipartizione tra tecnoentusiasti e tecnoscettici, ci ha pensato Giorgio Capellani nel suo “Crescere nell’era digitale”, in cui analizza l’influenza delle tecnologie nell’infanzia, nell’età scolare e adulta. Un libro scevro di moralismi e che va dritto al punto consentendo ai genitori, educatori e insegnanti di educare all’uso degli ultimi device, considerati, oggi, come estensione della personalità. Ma cosa succede al cervello dinanzi a uno schermo? Lo studio risponde a tale quesito, sviscerando capitolo per capitolo gli effetti dell’utilizzo di questi strumenti sulla salute. Non esiste un modus operandi identico per tutti, ciascun individuo gestisce la relazione con gli apparecchi elettronici in maniera autonoma. In ogni caso, tuttavia, le nuove tecnologie rappresentano un’occasione per studiare la propria evoluzione interiore.

Titolo: Crescere nell’era digitale

Autore: Giorgio Capellani

Pagine: 176

Prezzo: 16 euro

Casa Editrice: Edilibri

ISBN: 978 88 86943 86 43

«Queste valutazioni mettono in primo piano l’importanza di saper considerare il bambino come tale e non come un piccolo adulto; proprio in quanto bambino, sollecita la nostra responsabilita? nel proteggerlo adeguatamente anche dai rischi legati alle nuove tecnologie, almeno nei primi anni di vita. Non si tratta di semplici opinioni basate su pregiudizi, su motivi culturali o su moralismi, ma di obiezioni sollevate dalla comunita? scientifica. Al di la? dei pareri sopracitati e delle raccomandazioni sull’igiene digitale, solo una relazione personale con il bambino quale essere umano “in divenire” puo? orientare correttamente quel profondo senso di rispetto e di sacralita? che ogni genitore o educatore ben conosce.»

Sopravvivere all’impennata delle tecnologie digitali non è una missione impossibile. Nel marasma dei social e delle applicazioni più strampalate, che ammorbano le giornate interrompendone il flusso di continuo (si pensi che secondo una ricerca di Le Monde, si riceve un messaggio ogni dodici minuti), arriva un libro pregno di approfondimenti tecnici e pratici, e spunti di riflessione utili per affrontare le problematiche riscontrate dagli adolescenti nella gestione dei dispositivi digitali. Un volume tecnico che sviscera i meandri del cervello, cercando di comprendere le reazioni alle onde elettromagnetiche nelle varie fasi della vita. L’autore, ingegnere e insegnante, dunque, in grado di unire sapientemente il suo ruolo educativo a quello scientifico, lancia un testo da leggere nelle scuole italiane e adatto per i genitori che, sin dai primi anni di vita dei bambini, dovrebbero stilare decaloghi casalinghi sull’uso di smarthphone e pc. Non si tratta di attuare delle proibizioni, ma di implementare una strategia più ampia che includa regole e un percorso di alfabetizzazione digitale.

TRAMA. La fusione tra digitale e vita quotidiana caratterizza le giornate delle famiglie che, il più delle volte, si trovano disorientate di fronte alla modernità. Ecco, allora, che tale strumento educativo risulta essenziale per comprendere le grandi opportunità derivate dal progresso senza limiti - a volte, anche ridondante (ci sono app addirittura che controllano il tostapane) - e come la relazione genitori – educatori /figli abbia modo di essere funzionale in un mondo 4.0. Il manuale esamina gli effetti che gli strumenti digitali hanno sulla nostra salute con le opportune distinzioni nelle varie fasce d’età: da 0 a 7 anni, da 7 a 14 anni, da 14 a 21. Affronta, inoltre, vari temi: dall’alfabetizzazione digitale degli adulti e dei bambini, alle nuove tecnologie didattiche, dalle patologie digitali ai comportamenti di dipendenza e compulsività, fino a rivolgere uno sguardo verso il futuro dominato dall’intelligenza artificiale.

 

L’AUTORE E’ DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

Per richiedere e/o prenotare intervista

iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

 

BIOGRAFIA. Giorgio Capellani, Ingegnere Civile, laureato al Politecnico di Milano nel 1985, ha integrato le proprie competenze con un corso post laurea di marketing all’INSEAD di Fontainebleau. Durante l’Università si è recato in Honduras per uno stage lavorativo nell’ambito della costruzione dell’impianto idroelletrico El-Cajon. Ha collaborato con Aziende Multinazionali nel campo delle Tecnologie Informatiche (IBM, HP) ricoprendo ruoli professionali come sistemista e rappresentante, e manageriali come direttore vendite e direttore marketing in contesti nazionali e internazionali fino al 2014. È stato membro del board di Assinform dal 2002 a 2005 in qualità di consigliere. È stato docente di Marketing per il Disegno Industriale alla Facoltà di Design del Politecnico di Milano. Dopo aver frequentato il Corso di Pedagogia Waldorf, attualmente insegna materie scientifiche nelle Scuole di Via Clericetti e via Pini a Milano e Fisica al Liceo della Scuola Svizzera di Milano. Collabora con i Seminari di Formazione per Insegnanti Waldorf per i corsi di Fisica e Chimica.

PREFAZIONE. A cura di Sergio Maria Francardo, medico, membro del Comitato tecnico-scientifico di medicina complementare della Regione Lombardia. In Appendice testi di Gaetano Colonna, insegnante di letteratura italiana e storia nelle scuole superiori, e della prof.ssa Gertraud Teuchert- Noodt, già direttrice del dipartimento di neuroanatomia e neurobiologia presso la Facoltà di Biologia dell’Università di Bielefeld in Germania.

CASA EDITRICE.  Casa editrice fondata nel 1996. Attualmente ha 38 titoli disponibili in catalogo. Tra questi, circa 15 fiabe classiche (in particolare dei fratelli Grimm) con illustrazioni pittoriche ad acquerello per bambini dai 5 ai 9 anni (collana “Fiabe e Colori”), a cui vanno aggiunti altri testi illustrati in bianco e nero di parascolastica (sezione “Prime Letture”). Nella sezione “Filosofia e Spiritualità” alcuni titoli sono dedicati alle religioni, altri alla ricerca interiore in senso sia filosofico sia esoterico-metafisico. Nella sezione “Scienza e Medicina” vengono trattati temi di interesse attuale quali gli OGM, le medicine alternative, il progresso scientifico e i suoi risvolti sociali. Nella sezione “Storia e attualità” i testi elaborano gli ultimi avvenimenti in Medio Oriente e nell’Est Europa in chiave geopolitica fino ad abbracciare gli ultimi 100-150 anni di storia moderna. www.edilibri.it

Contatti autore

Link di vendita

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

 

Via Silvagni 29 - 401387 Bologna - Phone:+393396038451

Sito: iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

Cori e Giulianello in Rete: realizzate tutte le azioni previste dal Programma di Rete

La Rete di Imprese “CORI E GIULIANELLO IN RETE” ha concluso entro il termine fissato del 30 Giugno 2019 tutte le azioni previste dal Programma di Rete approvato dal Comune di Cori e co-finanziato dalla Regione Lazio, per un investimento complessivo di poco superiore ai 130.000,00 euro. La relazione conclusiva del lavoro svolto dal 12 Ottobre 2017 – data di stipula del contratto di rete – è stata depositata in questi giorni presso l’ente lepino dall’Organo di Gestione dell’associazione.

Come si legge nel documento, alla base del raggiungimento degli obiettivi c’è il partenariato pubblico-privato tra i 57 operatori economici del territorio e le istituzioni, a cominciare dall’Amministrazione comunale, e il Piano di Marketing Strategico di Sviluppo Turistico per valorizzare e promuovere bellezze naturalistiche, patrimonio storico-culturale ed eccellenze enogastronomiche, redatto col coinvolgimento di Fondazione Cajetani, Strada del vino della provincia di Latina e CAPOL.

Gli interventi di riqualificazione urbana e di arredo, per i quali il Comune di Cori ha triplicato l’iniziale stanziamento, si sono concretizzati in due opere, una a Cori e l’altra a Giulianello: larealizzazione dell’area ludica nel giardino di Piazza Signina, con sistemazione e potenziamento dell’impianto di illuminazione, abbattimento delle barriere architettoniche e nuove piantumazioni arboree; la costruzione del parco giochi per bambini in Piazza della Fontanaccia.

A livello culturale la Rete, col supporto della Proloco Cori e della Protezione Civile di Cori, ha contribuito all’organizzazione e alla logistica di una serie di eventi, tra cui il festival dell’oralità contadina “PE I N’DO”, le rassegne d’arte, musica, cultura e letteratura “InKIOSTRO” e “CALA FESTIVAL”, l’iniziativa dedicata ai prodotti tipici locali “Cori dell’olio e delle Olive”. Infine la raccolta punti del progetto fidelizzazione ha dato un impulso significativo ai consumi interni.

“Complimenti per l’ottimo lavoro portato avanti dalla Rete di Imprese di Cori. Più di 50 imprese che hanno condiviso un percorso di iniziative e di investimenti importanti che hanno migliorato la qualità della vita dei nostri concittadini – commentano il Sindaco Mauro De Lillis e la Delegata alle Attività Produttive Annamaria Tebaldi, che aggiungono - I due giardini realizzati dalla rete di impresa sono quotidianamente frequentati da decine e decine di bambini e famiglie, questo testimonia l’ottimo intervento realizzato. Grazie al Comitato di Gestione della Rete, al suo presidente e al manager di rete Marrigo Rosato”.

Mariani e Mancini (Confsal) al Nuovo Governo: «​Si moltiplichi l’attenzione su lavoro nero e morti bianche»

«​Dalla Confsal vanno i nostri auguri di buon lavoro al nuovo esecutivo. Rispetto ai temi di cui come sindacato dei lavoratori ci occupiamo, ci preme sottolineare l’attenzione che vorremmo venisse moltiplicata sul lavoro nero e la sicurezza sul lavoro

A chiederlo al nuovo governo, sono il Vice segretario della Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori Bruno Mariani ed il consigliere e tecnico Alfredo Mancini.

«​Le richieste sulle questioni che contano sarebbero tantissime – spiegano i sindacalisti Confsal –. Al ministro Catalfo per esempio, auguriamo di riuscire a trovare una soluzione condivisa per una giusta retribuzione di tutti i lavoratori tutelando il pluralismo così come ha saputo fare nella sua precedente esperienza di presidente della commissione lavoro e previdenza in Senato.»

«​Confidiamo nelle capacità di ogni nuovo ministro, tutti i settori hanno la necessità di accelerare il passo rispetto al trend dei migliori paesi europei. Il rilancio del Mezzogiorno come quello della pesca e dei suoi lavoratori, fino alla tutela dei prodotti agricoli italiani, devono rappresentare una priorità. Come sindacato dei lavoratori, non possiamo che sperare in un mandato di svolta.»