Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni
Invio Comunicati Stampa Gratis

Comunicati Stampa

Donne e motori a Giulianello con il VII Raduno 500 e Plurimarche

Appuntamento domenica 19 Giugno, alle ore 8:30, a Piazza Umberto I, con esposizione, parata e premiazioni delle auto d’epoca, ed esibizioni delle Miss Fiat 500 e delle ragazze car wash.
Domenica 19 Giugno, a Giulianello, si terrà il VII Raduno 500 e Plurimarche. Un omaggio alla mitica utilitaria italiana e alle altre auto storiche, ma anche alle bellezze e all’enogastronomia autoctone. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Cori, è organizzata da Corrado Foschi e Fabio Ricci, col sostegno degli sponsor aderenti all’iniziativa. Dalle ore 8:30 piazza Umberto I diventerà una grande vetrina a cielo aperto dove saranno parcheggiate in esposizione decine di automobili d’epoca provenienti da diverse parti del Lazio. Topolino, Abarth, Ghia, Bianchina, Steyr Puch, Giardiniera, sono solo alcuni dei modelli 500 prodotti dalla FIAT fino agli anni ’70 e ancora custoditi in ottimo stato da numerosi collezionisti.
Ai primi 60 iscritti verrà consegnato un gustoso assortimento di prodotti tipici locali. La parata mattutina per le strade dell’antico borgo farà tappa in alcuni dei suoi luoghi più significativi per poi sostare nei pressi dell’impianto sportivo comunale, dove i partecipanti saranno accolti con l’aperitivo ai bordi della piscina ludica.
La sfilata si concluderà a piazza Umberto I con le premiazioni: il pilota più anziano e quello più giovane, la 500 più bella e quella più originale, l’auto più datata e la famiglia più numerosa in 500. A completare il binomio donne e motori, le passerelle delle passate Miss Fiat 500 e l’imperdibile esibizione delle ragazze car wash.

Carosello Storico dei Rioni di Cori: ai nastri di partenza l’edizione 2016

Sabato 18 Giugno, alle ore 21.00, nella storica Piazza di Sant’Oliva, l’evento si aprirà con il Giuramento dei Priori, la benedizione dei Palii e l’investitura dei cavalieri. I due attesi Palii si disputeranno domenica 26 Giugno, alle ore 18:00, a piazza Signina (Madonna del Soccorso) e sabato 30 Luglio, alle ore 21:00, allo Stadio comunale di Stoza (Sant’Oliva).
Sta per alzarsi il sipario sull’edizione 2016 del Carosello Storico dei Rioni di Cori, manifestazione ideata nel 1937 dall’Opera Nazionale Dopolavoro, dall’Ente Provinciale Turismo di Littoria e dal Comune di Cori e che trae la sua origine dai festeggiamenti che si tenevano in onore della Madonna del Soccorso (seconda domenica di Maggio), apparsa a Cori nel 1521, e di S.Oliva (prima domenica di Agosto), patrona della Città fin dal XII secolo. Nel 1992 il Comune di Cori ha istituito un apposito Ente Carosello che si occupa in modo permanente della preparazione del Palio che si svolge due volte l’anno.
Sabato 18 Giugno, alle  ore  21.00, nella storica Piazza di Sant’Oliva, l’evento si aprirà con il Giuramento dei Priori, la benedizione dei palii e l’investitura dei cavalieri che si sfideranno nelle due tornate. Come avveniva nell’età della Rinascenza, verranno estratti dalla bussola i nomi dei Priori dei Rioni di Cori che presteranno giuramento di fronte alle autorità comunali. Il Priore è il personaggio più importante all’interno del gruppo di ciascuna Porta, anticamente era un magistrato che amministrava la cosa pubblica. I Priori venivano eletti ogni anno, la prima domenica di Ottobre, presso la chiesa Sant’Oliva, con il sistema della“bussola”, il loro incarico era quadrimestrale e tale elezione veniva poi ratificata dal Consiglio Generale della Città (Parlamento). I Priori risiedevano nel Palazzo Comunale e tutte le domeniche, insieme al Podestà, al Giudice e ai Birri, percorrevano le strade cittadine intervenendo ove fosse necessario reprimere piccoli abusi o ingiustizie.
La cerimonia di nomina e giuramento delle antiche magistrature è il primo atto di una rievocazione storica capace di trascinare al massimo entusiasmo lo spettatore e i partecipanti, grazie allo spirito agonistico con il quale i tre Rioni o Porte della città (Ninfina, Signina, Romana) si contenderanno i due Palii, Madonna del Soccorso (domenica 26 Giugno, ore 18:00, piazza Signina) e Sant’Oliva (sabato 30 Luglio, ore 21:00, Stadio comunale di Stoza), preceduti alla vigilia dalle cene propiziatorie e intervallati dalle feste di porta. Centinaia di figuranti in costume del XVI secolo rappresenteranno la Comunità e le tre Porte e attraverseranno in corteo le stradine medievali imbandierate di Cori, prima di dare inizio alle corse dell’anello nelle quali i cavalieri di ciascuna Porta, in groppa ai destrieri, dovranno infilare più anelli possibile con un pugnale di legno, in una gara di destrezza e abilità, nella quale è determinante l’affiatamento uomo-cavallo. I festeggiamenti continueranno poi fino a tarda notte nei rioni e nelle taverne fra enogastronomia locale e canti dei contradaioli.

"Volo pè Cori", al Palazzetto Luciani il vernissage di Pierfranca Gneo

In giro per i vicoli e gli scorci più belli del paese, e non solo, con gli occhi dell’artista che quasi invisibile accompagna lo spettatore come una farfalla che volteggia libera nei dipinti.
Sabato 18 Giugno, alle ore 18:30, al Palazzetto Luciani di Cori, Pierfranca Gneo inaugura la sua quarta mostra personale, ‘Volo pè Cori’, patrocinata dal Comune di Cori. L’esposizione rimarrà aperta la pubblico fino al 26 Giugno, dal lunedì al sabato, dalle ore 16 alle ore 19:30, la domenica anche la mattina dalle ore 10 alle ore 12:30.
Verranno allestiti 28 dipinti, in stragrande maggioranza realizzati nell’ultimo anno e mezzo, da quando Pierfranca è tornata a dedicarsi a tempo pieno alla sua innata passione: fin da bambina, introversa, trovò proprio nella pittura la sua principale forma di comunicazione con il mondo esterno, conseguendo successivamente la maturità artistica.
Dopo essersi a lungo dedicata alla famiglia, dipingendo solo su commissione, ha ritrovato quell’originario modo di esprimersi, ed oggi percorre la sua strada artistica sostenuta da un sano e sincero piacere della scoperta che trascende i compromessi della modernità e proiettando sulle tele la sua originale sensibilità di donna e artista.
Ha dato avvio al suo nuovo corso con l’autoritratto ‘Adesso volo’, trasformandosi in una farfalla, che ora volteggia libera come suo alter ego in tutti i dipinti. La novella pittura di Pierfranca, in gran parte dedicata ai vicoli e agli scorci più belli del suo paese, vuole essere reale, diversa e adatta a tutti, “Colpire gli occhi per accarezzare il cuore”.
Nelle sue opere è evidente l’arte di ritrarre le piccole cose quotidiane che accompagnano la vita di ciascuno e diventano le protagoniste assolute dei suoi quadri. Pierfranca, quasi invisibile come una farfalla, accompagna lo spettatore tra i paesaggi e i soggetti rappresentati, e la sua visuale finisce per diventare un punto di vista universale.


"Cervelli in Scena" a Cori con Elisa Ceracchi

Sesto ed ultimo incontro itinerante per conoscere gli studiosi del territorio. Domenica 19 Giugno, alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Museo di Cori, la dott.ssa Elisa Ceracchi presenterà la sua tesi di laurea ‘La Storia Rivissuta tra i Rioni di Cori’, premiata dalla Federazione Italiana Giochi Storici.
Domenica 19 Giugno, alle ore 17:30, presso la Sala Conferenze del Museo della Città e del Territorio di Cori (Complesso Monumentale di S. Oliva), il sesto ed ultimo appuntamento con ‘Cervelli in Scena’, l’iniziativa promossa dalle Associazioni culturali ‘Amici del Museo’ e ‘Arcadia’, con il patrocinio del Comune di Cori e il contributo della BCC di Roma – Agenzia di Cori, per valorizzare la ricchezza culturale prodotta sul territorio attraverso le tesi di laurea, e condividere questo sapere con la comunità.
La dott.ssa Elisa Ceracchi, 26 anni, presenterà la sua tesi di laurea in Scienze della Moda e del Costume presso l’Università ‘La Sapienza’ di Roma, intitolata ‘La Storia Rivissuta tra i Rioni di Cori’, nella quale la giovane pomentina di origini coresi ha avuto modo di approfondire l’aspetto antropologico e sacrale del Carosello, festa popolare che affonda le sue radici nella ‘rimessa in scena’ dell’antica processione in onore della Madonna del Soccorso e di Santa Oliva, Patrona della Città fin dal XII secolo.
La ricerca è incentrata sull’importanza sociale dell’abito, inteso come metodo estetico di comunicazione delle gerarchie e dei ruoli nell’antica Cora. Il momento del Carosello che esalta questo tema è quello che precede il corteo storico, quando tra i vari preparativi di Porta, vi è quello fondamentale della progettazione dell’abito che la Priora sfoggerà durante la sfilata. Questo lavoro lo scorso Dicembre 2015 ha vinto il Premio F.I.G.S. Cultura – Tesi di Laurea 2012-2014, nella categoria riservata alle tesi di 1° livello.
All’incontro interverranno: la Presidente dell’Ente Carosello Storico dei Rioni di Cori, Maria Teresa Luciani; la dott.ssa Luana Milita, che ha supportato la ricerca di Elisa Ceracchi in fase di analisi dell’abito usato all’epoca della Rinascenza. Luigi Ceracchi leggerà alcune letture a tema. Faranno da cornice all’evento i trombettieri degli Sbandieratori Leone Rampante di Cori; alcuni dei costumi rinascimentali esibiti nelle precedenti edizioni del Carosello Storico; il Palio 2009 realizzato dall’artista Francesco Porcari. Al termine verrà offerto un buffet in collaborazione con Panificio Trifelli e Martufi.