Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Comunicati Stampa

Consegnati a Lina Wertmüller e a Giancarlo Giannini i premi Kinéo – Diamanti al Cinema

Al 72° Festival di Cannes, si è tenuta la presentazione della 17^ edizione del Premio Kinéo – Diamanti al Cinema. Premiati alla Croisette la grande regista Lina Wertmüller e Giancarlo Giannini, già presenti a Cannes per una maratona tutta italiana che ha compreso il loro “Tributo” per l’indimenticabile film “Pasqualino Settebellezze”, restaurato dal Centro Sperimentale di Cinematografia/Cineteca Nazionale con Genoma Films  e la presentazione del nuovo film da loro coprodotto, “Dittatura Last Minute – Addio Ceausescu”.

Un’edizione speciale, quella presentata a Cannes, che mette al centro dell’evento il cinema, ma anche quel sentimento verso il quale il cinema ha sempre dimostrato grande sensibilità. Il sentimento del rispetto dell’ambiente che sta suscitando, oggi come mai, la mobilitazione di giovani, Istituzioni, Multinazionali, cittadini, artisti.

Il focus tematico di quest’anno sarà il mare in omaggio alla Serenissima sulle cui acque da 76 anni ha luogo la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Col patrocinio del Comune di Venezia sull’iniziativa #EnjoyRespectVenezia and Save Your Sea, si celebrerà, domenica 1 settembre, il Premio Kinéo come da tradizione uno degli eventi più attesi al Lido.

A testimoniare l’esigenza di una vera e propria opera di educazione che parta dai gesti quotidiani di ognuno di noi, attori e attrici nazionali e internazionali e chi si occupa attivamente di programmi educativi come Veronica Berti Bocelli, Vice Presidente della Fondazione ABF, attiva sia in Italia che all’estero che, durante la conferenza stampa, ha mandato un videomessaggio annunciando: “Sarò a Venezia il 1 settembre durante il Premio Kinéo per sostenere in qualità di Vice Presidente della Fondazione che porta il nome di mio marito, Andrea Bocelli Foundation, l’invito ad amare e rispettare il nostro pianeta, la nostra terra e le nostre acque”. Veronica Berti Bocelli ha proseguito parlando del Premio Kinéo: “Un grande plauso va fatto a questo premio per la grande sensibilizzazione su temi importanti come la cura dell’ambiente in cui viviamo. Un’opera che il Premio Kinéo porta avanti grazie alle tante collaborazioni con il cinema e con il sostegno del Comune di Venezia che da 76 anni ospita in Laguna la Mostra dedicata a questa meravigliosa arte”.

Tappa intermedia di questa iniziativa, la giornata di responsabilizzazione, al Salone Nautico, lungo le rive dell’Arsenale, nel cuore della Biennale Arte, simboleggiato dall’installazione di Lorenzo Quinn “Building Bridges”, il 20 Giugno con una nutrita partecipazione di interventi.

Con il SNCCI sono stati selezionati i film, drammatici, commedie e opere prime che saranno sottoposti al voto del pubblico grazie al lavoro che Kinéo da sempre condivide con ANEC e gli spettatori delle sale cinematografiche.
Il SNCCI assegnerà come ogni anno il Premio Pubblico & Critica.
 
Con Il Centro Sperimentale di Cinematografia sarà assegnato il Premio Giovani Rivelazioni. In totale sintonia con Kinéo e il tributo alla responsabilità ambientale, anche il CSC ha iniziato un percorso specifico di educazione abolendo dalla scuola di cinema più prestigiosa d’Italia i materiali di uso comune non riciclabili.
 
Le collaborazioni del Premio Kinéo con grandi personaggi e realtà del Cinema non finiscono qui e saranno svelate prossimamente al Salone Nautico di Venezia nella prima tappa all’insegna del “Green&Blu”.

Cori (LT): "Arte sui Cammini" presentazione del progetto "Meridiani" vincitore del bando regionale

Venerdì 24 Maggio 2019, alle ore 15:30, presso il Centro socioculturale ‘Il Ponte’ di Giulianello, ci sarà la presentazione pubblica del progetto Meridiani, vincitore del bando regionale "Arte sui Cammini" finalizzato alla realizzazione e installazione di opere d’arte contemporanea lungo i Cammini della Spiritualità.

L’iniziativa ha coinvolto il mondo degli artisti e degli operatori del settore, chiamati a misurarsi con i valori storici e spirituali di tali percorsi per creare una serie di produzioni artistiche in grado di interagire armoniosamente con il paesaggio dei 4 cammini regionali (Francigena nel nord, Francigena nel sud, Cammino di Francesco, Cammino di Benedetto).

In particolare, venerdì saranno presentate le opere di Francesco Arena, “Monolite diviso e distante (113 km)”, e di Chiara Camoni, “Tra terra e cielo”, che saranno collocate lungo la Francigena nel sud e che fanno parte del progetto Meridiani, promosso da Nomas Foundation, GIA srl e Tools for Culture: partendo da una riflessione di carattere storico sulla funzione delle francigene, rotte che in passato univano nel cammino comunità pronte ad affrontare viaggi lunghi e difficili sollecitate dalla fede, Meridiani si radica nelle francigene contemporanee che si trasformano grazie all’arte in spazi simbolici di condivisione culturale.

Monolite diviso e distante (113 km)” di Francesco Arena mette in relazione due contesti e luoghi storici differenti: da una parte il luogo reale in cui l’opera è installata, la via Francigena meridionale del Lazio creata dal cammino di migliaia di pellegrini nei secoli; dall’altra il cammino da percorrere in barca che oggi centinaia di migliaia di esseri umani compiono in cerca di una migliore condizione di vita attraversando il Mediterraneo. Entrambi sono cammini di ricerca, di fede, di speranza che sollecitano riflessioni di ordine culturale, le stesse oggetto del laboratorio condotto con gli studenti della scuola media Salvatore Marchetti. L’opera è una sorta di pietra miliare che segna queste due distanze: un monolite in bronzo diviso in due, una metà sarà installata sulla Francigena nel tratto che attraversa le rive del Monumento Naturale lago di Giulianello (nel Comune di Cori) e l’altra lungo la Francigena meridionale che coincide con la via consolare Appia Antica a Terracina, 113 km di distanza l’una dall’altra, la stessa che separa l’Africa dall’Europa.

Tra terra e cielo” di Chiara Camoni si compone di una pergola intarsiata e una pavimentazione in pietra: una piazzola di sosta (costruita con materiali raccolti nel bosco) per viaggiatori a piedi e a cavallo, uno spazio dove persone e animali che transitano lungo la Francigena possano riposare e bere, uno spazio di socialità che invita a riappropriarsi della bellezza del paesaggio. Partendo dall’opera - che sarà installata tra il Fontanile Canalicchi e il Fontanile Cona, nel Comune di Rocca Massima -, durante il laboratorio che ha coinvolto i piccoli studenti della scuola materna di Giulianello l’artista ha guidato i bambini nella creazione di sculture di argilla raffiguranti gli animali che vivono nelle aree circostanti. Questi animali sono gli stessi che faranno parte del fregio intagliato sui pali di castagno che reggeranno la pergola di cui è composta l’opera. Le piccole sculture d’argilla saranno cotte nel forno della scuola e diverranno opere installate all’interno della ‘cona’ (grotta adibita nel passato ad uso devozionale e ancora parzialmente affrescata) che si trova presso l’antico fontanile.

Al termine della presentazione ci si avvierà verso il lago di Giulianello. Qui le “Donne di Giulianello” condurranno i presenti in una passeggiata lungo le rive del lago accompagnata dai canti in endecasillabi nel dialetto locale per celebrare le tradizioni culturali, le storie e l’immaginario della millenaria comunità agro-silvo-pastorale dell’area. Durante la passeggiata cantata, le donne insegneranno ai partecipanti come raccogliere le erbe spontanee commestibili.

"Amore in... canto", concerto operistico al Centro Studi Pietro Golia di Napoli

A Napoli, il 24 Maggio 2019, alle ore 20:30, presso il Centro Studi Pietro Golia (sito in Via Renovella 11), si svolgerà l'evento dal titolo "Amore in... canto", recital di brani di musica da camera e classici della canzone napoletana.

Il concerto operistico, della durata di circa un'ora, sarà eseguito dal soprano Rosalba Colosimo, accompagnata al pianoforte da Vincenzo Napolitano. Durante l'esibizione saranno riproposti al pubblico brani classici di autori del calibro di Luigi Paisaniello, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini, eccetera.

Dopo l'esecuzione dei brani operistici, seguirà una degustazione di prodotti tipici del Sud (con contributo minimo). Per prenotazioni, potete contattare l'indirizzo di posta elettronica centrostudipietrogolia@gmail.com oppure il numero telefonico (+39) 0813798055.

Onore a Ferdinando II, un omaggio in occasione del 160° anniversario della sua morte

Sabato 25 Maggio 2019, alle ore 17:00, presso la Basilica di Santa Chiara in Napoli, si svolgerà la Santa Messa in memoria di Ferdinando II di Borbone nel 160° anniversario della sua morte.

Al di là di ogni forma di appartenenza e di ogni diversità di opinione, dopo 158 anni di calunnie, uniamoci nel commosso omaggio a un Padre della nostra Patria, nel luogo ove giacciono le sue spoglie mortali unitamente a quelle degli altri sovrani della dinastia borbonica.

Ricambiamogli finalmente un po’ dell’amore che per tutta la vita dimostrò ai popoli delle Due Sicilie. Un momento di raccoglimento senza velleità di ritorni al passato, con il fine di unire le coscienze e rilanciare con maggiore determinazione la battaglia per la rinascita del Sud.

Alla Santa Messa seguirà un convegno presso la Sala "Maria Cristina" del Chiostro Maiolicato.

Introduce e modera:

  • Gianni Turco, scrittore

Interventi:

  • Vincenzo Gulì, scrittore​
    L’età d’oro dell’industria nel Sud
  • Guido Belmonte, scrittore, presidente onorario Sud e Civiltà​
    1848: un re nella tempesta
  • Maurizio di Giovine, scrittore​
    Le opere militari
  • Gaetano Marabello, scrittore
    La difesa dell’indipendenza della Patria
  • Edoardo Vitale, direttore de L’Alfiere, presidente Sud e Civiltà
    Il difensore del popolo