Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni

Arte & Cultura :

 

A Matera (MT), Janas inaugura la mostra personale "Sassi & Cromie"

Con il patrocinio della Città e della Provincia di Matera, nell’ambito degli eventi di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, dall’11 al 23 Luglio 2019, le opere pittoriche dell’artista cagliaritano Gesuino Pinna, in arte Janas, conosciuto per la sua sensibilità ed il rispetto della natura e dell’ambiente, saranno ospitate nei locali della Biblioteca provinciale "T. Stigliani" – ex convento dell’Annunziata – sito in Piazza Vittorio Veneto a Matera.

La personale dell’artista, vincitore del primo premio pittura astratta alla III Ed. Biennale d’Arte contemporanea e del Design di Salerno, intende rendere omaggio alla Città di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019 e Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. 

L’evento, segue la partecipazione dell’artista sardo alla 23^ Internationale Kunstemesse-International Art Fair Innsbruck 2019, successiva alla sua selezione e partecipazione alla 8^ Biennale d’arte internazionale di Montecarlo.

L’evento di Matera segue nell’ordine temporale quello che si terrà a breve nella Città di Cava de’ Tirreni (SA) nell’ambito del progetto culturale “Arte per la Giustizia”.

Gesuino Pinna, ha raccolto una serie di lusinghieri riconoscimenti, tra questi: la segnalazione e partecipazione al 23° concorso Nazionale d’Arte Contemporanea SaturArte di Genova e, più recentemente, la selezione da parte della Giuria Internazionale per la partecipazione alla Biennale di Arte Contemporanea di Firenze – XII Florence Biennale – che si terrà a Firenze ad Ottobre 2019.

La produzione artistica, di matrice perlopiù concettuale, intende stimolare il rispetto della natura e dell’ambiente, anche attraverso l’educazione e consolidamento ad uno stile di vita eco-sostenibile.

Ufficio Stampa G. Pinna
uffstampagepi@gmail.com

Beyond the Numbers: mostra collettiva a Napoli dall'8 Maggio al 14 Giugno 2019

Portare l’arte oltre i luoghi del consueto, tra le maglie del quotidiano sentire. Da un’intesa tra AM Studio Art Gallery e lo studio professionale AD’B Consulting nasce il progetto espositivo Beyond the numbers, una mostra collettiva a cura di Massimo Carpentieri che inaugura mercoledì 8 Maggio 2019, ore 18.00, in via Cuma 28, Napoli.

Protagonisti dell’evento: Gianluca Carbone, Silvio Formichetti, Fabio Imperiale, Ferruccio Maierna, Kristina Milakovic, Antonio Minervini, Raffaele Miscione, Valeria Patrizi, Massimo Sirelli. AD’B Consulting, studio di commercialisti, apre dunque i suoi spazi alla città sulla scorta di un sodalizio artistico con AM Studio, la galleria vomerese diretta da Antonio Minervini che a un anno e più dalla sua apertura ripropone una condivisione di spazi tra arte e attività eterogenee. Beyond the numbers raccoglie artisti con esperienze e modalità espressive differenti, che interpretano, ognuno con la propria cifra stilistica, il passaggio dei nostri tempi. Oltre la ragione, la logica, i risultati, c’è la visione di un uomo contemporaneo, poliedrico ed eclettico, ma soprattutto vivo.

«Dalla pittura alla scultura, cambiano le metodologie e l’approccio alla materia – spiega Massimo Carpentieri ma il concetto, che va ben oltre la logica dei numeri, si ripete costantemente. È sempre l’uomo e la sua percezione della realtà al centro dell’indagine visiva. Dal cromatismo informale di Miscione all'astrattismo gestuale di Formichetti, dall’astractura lineare di Minervini al figurativo onirico di Milakovic, ai volti e figure di Imperiale e Patrizi, sino al pop visionario di Carbone, i robottini di Sirelli e l’incontro metafisico di Maierna, "Beyond the numbers" non segue uno schema, è al di fuori delle cellette matematiche della ragione, è molteplicità espressiva dell'uomo con l'arte.»

AD’B Consulting nasce come aggregazione degli studi professionali dei tre dottori commercialisti Riccardo Adamo, Alfredo D’Angelo e Bruno Bernardis che uniscono alle classiche conoscenze della professione un’elevata cultura degli strumenti informatici, in particolare dei software gestionali, realizzando programmi informatici nel campo dell’analisi economico-finanziaria e della valutazione di aziende.

AM Studio Art Gallery è uno spazio creativo dalla doppia anima, che coniuga insieme l’attività espositiva con uno studio di comunicazione, per dare visibilità alle risorse del territorio, con un’apertura verso la contaminazione dei linguaggi.

Beyond the Numbers
AD’B Consulting, Via Cuma 28 – 80132, Napoli
dall’8 maggio al 14 giugno 2019 
Orari e giorni: dal lunedì al venerdi ore 10-13 e 16-18
Info e contatti AD’B Consulting: ad@adbconsulting.com – 081 660580 – 335 8346304
Info e contatti AM Studio: Antonio Minervini minervini@studioaml.it – 392 0860931
Ufficio stampa: Francesca Panico francescapanico.art@libero.it – 348 3452978

Al Messurga di Ravenna una personale dedicata all'artista Rosa Maria Canciani

Lo scorso 11 Aprile 2019, presso il Messurga, noto locale di Ravenna, si è svolta l'inaugurazione della mostra d'arte dedicata alla Interior Designer Rosa Maria Canciani.

L'artista nasce a Milano da una famiglia di pittori e ritrattisti, impara tecniche per vetrate decorative e Chic a Spello (Perugia) dal maestro artigiano Castagna Pier Vincenzo, da lì nasce il sua ricerca di luce e la passione per l’Art Déco ed il Liberty​, per anni ha frequentato attività volte all’arredamento d’interni ed artistici. La particolare attenzione dell'artista Rosa Maria Canciani per le linee essenziali vuole simboleggiare un omaggio alla pittrice polacca Tamara Lempika.

L'evento, organizzato dal Centro Servizi Culturali, è stato aperto con il saluto dell'Amministrazione Comunale di Ravenna; la titolare del Messurga, Alessandra Maltoni, ha presentato l'artista Canciani, illustrando alcuni dei suoi lavori e lo stile Shabby-Chic con il quale è stato arredato il locale. La mostra dedicata alla Interior Designer milanese sarà presente al Messurga per ben trenta giorni.

Centro Servizi Culturali
serviziculturali1@libero.it

"Il sangue di Francesco": il nuovo libro-inchiesta di Massimo Santilli

Il sangue di Francesco” è il titolo di un’inchiesta condotta da Massimo Santilli che va alla ricerca della verità attorno ai resti sacri di San Francesco d’Assisi. Un viaggio tra città francescane da La Verna ad Assisi, da Roma a Napoli e ancora a Castelvecchio Subequo in provincia dell’Aquila per analizzare capolavori d’arte, in cui trova sede la potenza spirituale del divino e dell’umano che si attesta nell’esistenza, nella presenza e nella manifestazione di figure della cristianità, come quella del frate, in grado di compiere opere taumaturgiche a sostegno dei fedeli. I cimeli hanno sempre una loro attualità, poiché il loro significato è quello di attualizzare il passato veicolando il messaggio cristiano e, in questo caso, la presenza di Dio attraverso la reviviscenza del sangue del Poverello. Il prossimo 5 Aprile è prevista la prima presentazione del libro a Roma presso il Sodalizio degli Abbruzzesi “S. Camillo De Lellis”

 

Titolo: Il sangue di Francesco. Le reliquie di sangue di San Francesco d'Assisi e il prodigio della liquefazione

Autore: Massimo Santilli

Prefazione: Grado Giovanni Merlo

Genere: Saggistica / Storico / Religione e Spiritualità

Edizioni: ATS - Archivio Tradizioni Subequane

Pagine: 256

Codice ISBN: 9791220045216

Prezzo: 18,37 € - scontato 15,00 Euro

 

<<Tra le reliquie della sacrestia, insigne più di ogni altra è la pezzetta di tela bianca macchiata del Sangue uscito dal costato ferito del P. S. Francesco, gelosamente custodita in un reliquiario di argento e difesa con cristallo. Ogni anno ai vespri del 17 settembre, solennità delle S. Stimate in mezzo ad un popolo numerosissimo e devoto, vien portata processionalmente. Alla cappella delle Stimate, sostando la processione, quel sangue di un singolare vermiglio abituale, qualche anno si accende ancor di più in un vivo rubicondo, come allora uscito dalla piaga del Santo. Quei pochi fortunati, che possono da vicino contemplare il prodigioso spettacolo, ne rimangono profondamente commossi. L’effetto straordinario, nell’agosto dell’anno 1901, si ripeté nel modo che vengo narrando con le parole medesime del Vescovo, il quale ne stese autentica relazione>>.

Massimo Santilli offre una copiosa documentazione per seguire le tracce del materiale che porta i segni del fenomeno legato all’impressione delle stimmate nel corpo di frate Francesco, avvenuto nell’estate del 1224 sul monte della Vernia. Una preziosa Mappa delle reliquie di sangue che ha come punto più settentrionale la basilica di Sant’Antonio di Padova e punto più meridionale il Museo del Tesoro di San Gennaro di Napoli. Merito del libro è di aver sottolineato la virtù memorativa delle “reliquie francescane” in quanto tali, al di là di una loro reale o immaginaria autenticità accertabile a livello empirico. Questa caratteristica, che ha reso presenti e attivi il Santo e la sua santità, ha effetti di coesione nella società e di rafforzamento delle istituzioni ecclesiastiche. È importante sottolineare poi lo scopo della ricerca che non è quello di incoraggiare forme di devozionalismo, ma riportare alcune importanti manifestazioni di storia e di fede, di religiosità e di arte vissute intorno alla figura del mendicante umbro.

Trama. Il saggio svela uno studio che, colmando alcune ricerche precedenti, ha consentito di raccogliere materiale interessante, anche inedito, sul sangue stimmatizzato del Patrono d’Italia. Si tratta di un viaggio lungo un percorso, tracciabile sulla mappa delle reliquie ematiche di San Francesco d’Assisi, che include importanti centri come La Verna, Assisi, Roma, Napoli, Bologna, Padova, Ascoli Piceno, Piedimonte Matese in provincia di Caserta, Castel Bolognese in provincia di Ravenna e Castel Vecchio Subequo in provincia dell’Aquila. Il volume è un’analisi storico-religiosa e socio-antropologica che indaga l’evento mistico della liquefazione e ripercorre i lasciti di un personaggio, il Gloriosus Franciscus, meritevole di aver superato il tentativo di costruzione di una forma di santità, orientata e controllata. La forza del Santo risiede nella sua spontanea capacità di attrarre gli animi, complice il suo entusiasmo e coraggio di fronte alle avversità della vita. A San Francesco si deve l’accostamento al sacro di una pletora di uomini e donne appartenenti a ogni classe sociale, con facoltà intellettive diverse e per di più di diverse confessioni religiose.

 

L’AUTORE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

Biografia. Massimo Santilli frequenta la Facoltà di Magistero dell’Università degli studi di L’Aquila e inizia la sua proficua attività di ricerca in ambito storico e antropologico con particolare riguardo alla Valle Subequana e all'Abruzzo montano. Ha collaborato con vari Enti pubblici e autorevoli istituti culturali privati. È autore di vari volumi e saggi riguardanti la ricerca storica, demologica ed etnografica. Ha svolto e svolge attività didattica a progetto presso istituti di scuola primaria e superiore. Ha realizzato diversi audiovisivi e mostre fotografiche - documentarie che hanno goduto del Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Ambiente e del Ministero delle Risorse Agricole e Forestali. Nell’agosto del 2008 gli è stato conferito il Premio “Lo storico del villaggio” dal Prof. Umberto Dante, Presidente dell’Istituto per la Storia della Resistenza Abruzzese e dell’Italia Contemporanea e Docente di Storia Moderna presso l’Università degli Studi di L’Aquila, e dal Dott. Giustino Parisse, Centro Culturale “Il Cespo” e Caporedattore de “Il Centro”. Il 25 novembre del 2014 ha ricevuto il “Premio Regionale Saturnino” per la sezione “Storia locale e tradizioni popolari”. È ideatore e curatore del “Premio Nazionale P. Mario Di Pasquale” giunto alla XXVIII edizione.

 

Sito ufficiale: https://www.ilsanguedifrancesco.org/

Social: "Il sangue di Francesco" su Facebook e Instagram

 

Presentazione

Evento 5 aprile ore 17.30

Sede del Sodalizio degli Abbruzzesi “S.Camillo De Lellis” a Roma, in Via di S.Costanza, 7. L’evento è organizzato insieme all’Associazione Abbruzzese di Roma. Alla presentazione interverranno: il Prof. Giuseppe Santeusanio, Presidente del Sodalizio degli Abruzzesi "San Camillo De Lellis"; il Dott. Giuliano Sciocchetti, Segretario Generale dell'Associazione Abruzzese di Roma; S. E. Rev.ma il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Alto Patrono del Sodalizio degli Abruzzesi "S. Camillo De Lellis”; P.Giulio Cesareo, Responsabile della Libreria Editrice Vaticana; il Dott. Walter Capezzali, Presidente della Deputazione Abruzzese di Storia Patria; il Prof. Ernesto Di Renzo, Docente di Antropologia all'Università di Roma - Tor Vergata e il Dott. Antonio Ranalli, Giornalista RAI in veste di moderatore.

 

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 - 401387 Bologna –

Phone:+393396038451

www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/