Invio Comunicati Stampa Gratis - WEBcomunicazioni
Invio Comunicati Stampa Gratis

Archivio ottobre 2018

Torna "Direttamente in Scena", un'edizione tutta al femminile

“DIRETTAmente in SCENA”, la prima piattaforma italiana di teatro in diretta che ha coniugato cinema, teatro e social, è giunta alla sua seconda stagione, quest’anno tutta al femminile e con due dirette internazionali: saranno infatti ospitate due attrici da Los Angeles e Melbourne per due performances tutte in inglese.

Il progetto, ideato dalle tre attrici Laura Anzani, Chiara Leonetti e Adele Piras, in collaborazione con Merenda Film, nella stagione 2017/2018 ha portato in scena sei dirette con nove bravissimi attori e testi coinvolgenti, attualmente visualizzabili sulla pagina Facebook dedicata.

Gli attori, che rappresentano il vero trait d'union tra diversi tipi di linguaggio (teatrale, cinematografico e social), daranno alla luce la loro performance di durata max di 20 minuti svolta in location sempre diverse, davanti ad una videocamera, con pubblico presente dal vivo e, naturalmente, quello della rete social (Facebook e Instagram).

Sulle pagine Facebook e Instagram del progetto sono riportate le informazioni sulle dirette, incluse foto degli attori e relative biografie e altro materiale che preparerà man mano il pubblico alla diretta successiva: l’intento è quello di condividere sui social un contenuto diverso e di qualità, avvicinando sempre più il pubblico alla bellezza del teatro e creare un luogo in cui professionisti del settore possano incontrarsi per creare nuove sinergie, eventuali future collaborazioni e, all'occorrenza, promuovere spettacoli teatrali.

“DIRETTAmente in SCENA” ha aperto la sua stagione il 16 ottobre 2018 con un estratto di “Quel Che Resta” di e con l'attrice Monica Faggiani, presso lo spazio Quarta Parete di Milano. Durante la serata saranno presenti le tre ideatrici del progetto che presenteranno la seconda stagione ricca di dirette e sarà dato spazio anche alla presentazione di Quarta Parete, uno spazio in linea con “DIRETTAmente in SCENA” e destinato alla condivisione di esperienze artistiche, sognato e ideato da Anna Ginevra Ongaro.

È​ possibile seguire il progetto sulle pagine Facebook e Instagram digitando “DIRETTAmente in SCENA”.

Capalbio (GR): petizione per la cittadinanza onoraria al Prof. Alberto Asor Rosa

Lo scorso 13 Ottobre 2018, è stata consegnata al Sindaco Luigi Bellumori la petizione per concedere la cittadinanza onoraria del Comune di Capalbio al Prof. Alberto Asor Rosa. L'iniziativa, lanciata da Adalberto Sabbatini - uno dei quatttro fondatori dello stabilimento balneare Ultima Spiaggia - e fatta propria dall'Associazione "Il piacere di leggere" presieduta da Andrea Zagami, intende omaggiare la figura dello scrittore e critico lettarario Alberto Asor Rosa, che da oltre 30 anni trascorre parte dell'anno a Capalbio.

Nel testo della petizione si sottolinea il ruolo di Alberto Asor Rosa che "con costanza e tenacia, per oltre trent'anni, ha contribuito con le sue idee e con le sue prese di posizione a mantenere la Maremma e Capalbio territori intatti dove rimangono alti i valori della cultura, del rispetto, della natura e dell'armonia".

“Accolgo con vivo entusiasmo la richiesta fatta arrivare dalla Cittadinanza e da un importante gruppo di storici frequentatori di Capalbio nei vari periodi dell'anno attraverso il concittadino Adalberto Sabbatini e l'Associazione Culturale 'Il piacere di leggere' - ha commentato il Sindaco di Capalbio Luigi Bellumori - Sono sicuro che nei prossimi giorni, dopo aver condiviso questa iniziativa con la Giunta e il Consiglio Comunale, saremo già in grado di formalizzare il percorso per il riconoscimento della Cittadinanza Onoraria a questo illustre concittadino sino  all'annuncio della data per la consegna di questo importante e meritato riconoscimento  al Prof. Asor Rosa.”

Alberto Asor Rosa è una delle voci più autorevoli della cultura italiana. Ha insegnato Letteratura Italiana all'Università La Sapienza di Roma, di cui attualmente è professore emerito. Dal 1979 al 1983 è stato deputato per il Partito Comunista Italiano. Scrittore e critico letterario, fondatore della “Storia della letteratura” in 11 volumi per Einaudi, per lo stesso editore ha pubblicato tra gli altri “Scrittori e popolo”, “Genus italicum”, “Stile Calvino” e “Racconti dell'errore”. Nel 2006 ha pubblicato “Il grande silenzio. Intervista sugli intellettuali” per Laterza. Dal 2006 guida in Toscana un coordinamento ambientalista, molto attivo nella difesa del territorio e del paesaggio. Dice: “Il meglio e il peggio della vita vengono sempre da dentro, chi vi racconta il contrario non sa di che parla”. Nel 2017 ha pubblicato la sua quarta opera di narrativa “Amori sospesi” edita da Einaudi e presentata a Piazza Magenta nel corso di Capalbio Libri.

In allegato l'elenco dei 142 firmatari della petizione per concedere la cittadinanza onoraria del Comune di Capalbio al Prof. Alberto Asor Rosa.


Associazione "Il Piacere di Leggere"

La lettura ed i libri sono un patrimonio dell’uomo perché ci rendono più felici: leggere è un piacere.”

Nasce da questa riflessione la volontà di costituire l’Associazione “Il piacere di leggere”con l’obiettivo di contribuire alla promozione della lettura,alla valorizzazione delle eccellenze del territorio italiano (paesaggistico, culturale ed enogastronomico) e assicurare continuità alla manifestazione e alle iniziative di Capalbio Libri, il festival del piacere di leggere. Una risposta concreta alle numerose testimonianze di affetto nei confronti del festival da parte di appassionati e lettori, che rappresentano ormai una vera e propria comunità. L'Associazione “Il piacere di leggere”, costituita a Giugno 2017 da Francesca Basilico, Jacaranda Caracciolo Falck, Bruno Manfellotto, Denise Pardo e Andrea Zagami è impegnata anche a sostenere con iniziative concrete la riapertura della biblioteca comunale di Capalbio. L'Associazione "Il piacere di leggere" ha vissuto una tappa importante della sua storia durante la scorsa edizione di Capalbio Libri, quando all'interno di una conversazione sul piacere di leggere, il direttore di Capalbio Libri Andrea Zagami ha consegnato in anteprima la tessera n. 1 e n. 2 dell'associazione a Dario Franceschini, allora Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini ed alla scrittrice ed editor Teresa Cremisi. Per maggiori informazioni sull'associazione http://www.capalbiolibri.it/associazione/

Michele Sabatini
michelesabatini@zig-zag.it

Progetto Life, i ricercatori ISPRA e FIAB fanno tappa a Cori (LT)

Il 12 Ottobre scorso, una delegazione di ricercatori dell’Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale e della Federazione Italiana Amici della Bicicletta - nell’ambito del Progetto Life SIC2SIC, che li sta portando su e giù per l’Italia a bordo delle loro bici – ha fatto tappa a Cori (LT).

Life SIC2SIC (Siti di Interesse Comunitario) è un progetto europeo che promuove la partecipazione attiva e consapevole della cittadinanza alla tutela della biodiversità nei siti della Rete Natura 2000 (di cui fanno parte anche i monti Lepini, il lago di Giulianello e Ninfa) e si pone come obiettivi la conoscenza della Rete Natura 2000, la promozione di comportamenti ecosostenibilinella fruizione del territorio (itinerari ciclistici e turismo sostenibile) e la creazione di un modello collaborativo tra i soggetti che compongono la governance territoriale. Si vuole quindi stimolare il coinvolgimento responsabile dei soggetti coinvolti al fine di promuovere un’ampia partecipazione alla gestione integrata del territorio e allo sviluppo di un sistema produttivo green oriented e si è scelto come mezzo di promozione di questo messaggio la bicicletta, mezzo di trasporto green per eccellenza.

I ricercatori di ISPRA e FIAB hanno incontrato gli alunni della scuola primaria di Cori per illustrare loro l’iniziativa e sensibilizzare i giovanissimi al valore dell’ambiente, sono stati accolti dal Sindaco Mauro De Lillis e sono stati ospiti dell’Azienda Agricola Biologica Marco Carpineti, dove hanno degustato i pregiati vini della cantina corese e alcuni prodotti tipici locali.

“Non ho esitato – ha detto il primo cittadino – ad accogliere l’iniziativa non appena mi è stata proposta anche perché va nella stessa direzione che l’Amministrazione vuole intraprendere per la difesa e la valorizzazione del nostro territorio. Essa si inserisce dunque pienamente nella nostra stessa filosofia di tutela e promozione di queste terre e dei loro prodotti.”

Nell’arco di due anni il gruppo di esperti del progetto (ricercatori ambientali, economisti di sviluppo territoriale, comunicatori e guide cicloturistiche) collegherà in bicicletta oltre 170 siti della Rete Natura 2000 italiana. Saranno percorsi circa 6.000 km attraversando 7 regioni rappresentative delle diverse realtà biogeografiche d’Italia: Nord-Ovest (Piemonte), Nord-Est (Friuli-Venezia Giulia), Centro (Lazio e Umbria), Sud (Puglia) e Isole (Sicilia e Sardegna).

Partito per la sua tappa odierna da Sabaudia e dopo essersi fermato anche all’oasi di Ninfa, il gruppo da Cori ha poi proseguito verso Castel Gandolfo.

www.lifesic2sic.eu

"Due vite in una chat", il libro di Simona Rea

In "Due vite in una chat" l’autrice Simona Rea traccia la storia di Esmeralda e Paolo, due esistenze alla disperata ricerca di un’emozione che illumini le loro vite. È nel confine tra il reale e il virtuale che troveranno il loro conforto. In lunghe conversazioni in chat si mettono a nudo, emergono desideri e fragilità. In quel microcosmo virtuale i due protagonisti trovano il loro appagamento. Davanti alla vita vera però le maschere cadono, e capiranno che una rosa virtuale se pur emozionante non è reale. La vita vera è l’unica energia che fa vivere nella verità.

 

Titolo: Due vite in una chat

Autore: Simona Rea

Genere: Narrativa contemporanea

Casa Editrice: Gruppo Albatros Il Filo

Collana: Gli speciali

Pagine: 115

Codice ISBN: 978-8856787283

 

«[…] Un pensiero nasce nel buio del dormiveglia in una notte d’estate, quando il caldo sveglia il sonno profondo e stanco, quando non si respira neanche aprendo le finestre perché l’aria è diventata un disturbo incessante, tormenta, non dà tregua. Mille e mille pensieri, sensazioni che frullano come fantasmi in ombra, sono nella mente di Esmeralda. Disegni, visioni improvvise che forse la consolano. Un cassetto pieno di sogni nell’insofferenza assillante di un riposo che non arriva. La sua mente cerca un sollievo, una pausa, un conforto, forse un’idea diversa…».

Due vite in una chat di Simona Rea è una particolare storia d’amore nata da una conversazione in chat e vissuta nel mondo virtuale. Esmeralda e Paolo si ritrovano per caso su Facebook dopo che si erano persi di vista per vent’anni e iniziano a chattare prima per gioco e poi sempre più assiduamente. Con quelle conversazioni appaganti si estraniano dal resto del mondo. Esmeralda è abituata a non avere una vita al di fuori del lavoro; Paolo ha invece un carattere aperto, ma è in un momento di crisi, di quelli che mettono in dubbio un’intera esistenza. Entrambi annoiati dalla vita trovano nella chat uno spazio tutto loro, un brivido di novità, un lampo di gioia. Scriversi diventa la loro malattia incomprensibile, il momento in cui possono allontanare le delusioni delle loro vite complicate. Esmeralda è la benpensante in attesa di una nuova vita “con una veste cucita con fili non più spezzati”. Paolo fugge alle responsabilità come un moderno Peter Pan: “Non ha schemi né regole, non costruisce altari di perfezione, cammina con i pugni chiusi e insegue insoddisfazioni”. È fin troppo semplice legarsi e scoprirsi quando si è riparati dal paravento virtuale. In chat si può essere autentici ma si possono anche raccontare delle finte verità. La chat nasconde e opacizza i sentimenti. Tutto è possibile, tutto si può osare in quel mondo muto. Quando però il gioco comincia a farsi serio viene il momento di scoprire le carte e abbassare le maschere. I protagonisti si accorgono che la chat non è vita, è soltanto illusione. È lo specchio che incanta in una assurda evasione. Esmeralda e Paolo vivono la loro esperienza in chat come un germoglio che cresce dentro le loro menti in attesa di novità, in attesa di un’emozione finalmente autentica.

 

Booktrailer di Due vite in una chat

https://www.youtube.com/watch?v=VpnbS4ZiruQ

TRAMA. Esmeralda, giovane arredatrice in carriera, in una calda notte d’estate non riesce a chiudere occhio. Per noia, prende il cellulare sul comodino e dà un’occhiata alla sua pagina Facebook. Un touch sbadato e aggiunge agli amici Paolo Marotta, un volto dei tempi dei banchi di scuola, vagabondo della notte, con una vita che gli sta stretta. Inizia così per loro la malattia del mondo moderno: la virtualità. Nelle loro conversazioni via chat si raccontano la loro vita, i momenti belli e quelli angoscianti e da dimenticare; si confidano intimità, sensazioni, desideri e sogni proibiti. Il silenzio del mondo virtuale vissuto con un messaggio diventa una necessità, una dipendenza incomprensibile, ed entrambi vivranno questa condizione con tutto il loro essere. Ma fino a che punto si spingeranno?
 

L’ AUTRICE È DISPONIBILE A RILASCIARE INTERVISTE

 

BIOGRAFIA. Simona Rea è una poetessa e scrittrice. Laureata in scienze motorie, dopo un periodo di insegnamento si dedica alla narrativa e alla scrittura di testi teatrali e di sceneggiature. Pubblica la raccolta di poesie Emozioni di una voce (AltroMondo Editore, 2018). Due vite in una chat (Gruppo Albatros Il Filo, 2018) è il suo romanzo d’esordio.

 

Contatti

https://www.facebook.com/Simona.Rea.Autrice/

http://www.simonarea-autrice.it/

https://www.gruppoalbatros.eu/

 

Link di vendita

http://www.albatrostore.it/1/due_vite_in_una_chat_rea_simona_11495340.html

 

IL TACCUINO UFFICIO STAMPA

Via Silvagni 29 - 401387 Bologna - Phone:+393396038451

Sito: iltaccuinoufficiostampablog.wordpress.com

Facebook: www.facebook.com/iltaccuino.ufficiostampa/

Mail: iltaccuinoufficiostampa@gmail.com

Grande successo ad Arichia con Roberto Ciufoli, Miriana Trevisan e Michelle Carpente

Grande successo alla 30^ edizione della Fiera di Arischia (L’Aquila), evento organizzato dall’Associazione Abruzzo Fiera che, riprendendo e rivitalizzando un antico mercato di bestiame locale, si è trasformato in un importante appuntamento nazionale per gli operatori del settore agricolo e dell’allevamento.

Tutti gli anni la Fiera di Ottobre si svolge su un’area di circa 20.000 metri quadrati registrando numerose presenze con visitatori provenienti da varie regioni italiane.

Quest’anno, giunta alla sua 30^ edizione la Fiera ha tenuto il Gran Galà sotto le stelle, spettacolo equestre serale con delle attrazioni, giochi con il fuoco e molte altre sorprese introdotto da due ospiti d’eccezione: Miriana Trevisan e Roberto Ciufoli, che hanno partecipato con grande simpatia alle principali attività della fiera. La Madrina dell’evento, invece, è stata l’attrice e conduttrice Michelle Carpente.

Tra gli appuntamenti che si sono alternati dal 12 al 14 ottobre non sono mancati gli spettacoli equestri, svolti da professionisti provenienti da tutta Italia che sono un must dell’evento e che ha raccolto moltissimi appassionati di cavalli, e non solo, di tutte le età; La gara cinofila, gara amatoriale di bellezza per cani di razza e non, che ogni anno coinvolge un centinaio di esemplari, e l’esibizione di cani di utilità e difesa svolta da addestratori professionisti ENCI; Il corteo storico con abiti tipici che parte dalla piazza del paese fino ad arrivare all’area Fiera che introduce il Palio “Renzo Martellucci”,  gara ippica a squadre tra i 4 rioni di Arischia (Colle, Fossato, Centro, Villa), che vede coinvolti cavalieri e amazzoni del paese e dei paesi limitrofi in una concita giostra cavalleresca. Il Rione vincente deterrà lo stendardo fino all’anno successivo.

Da qualche anno a questa parte tra le attrazioni è stata istituita una fattoria didattica dove bambini e non possono ammirare diverse specie di animali e il battesimo della sella, piccolo giro accompagnato ed in tutta sicurezza che da la possibilità di avere un primo approccio e capire le prime sensazioni da amazzoni e cavalieri ai più piccini.

 

 

A Lenola (LT), seminario di aggiornamento "Olivo: la potatura di risanamento dopo i danni causati dal gelo"

Venerdì 12 Ottobre, dalle ore 17:30, a Lenola (LT), presso il Cinema “Lilla”, si svolgerà il seminario tecnico di aggiornamento per gli operatori del settore “Olivo: la potatura di risanamento dopo i danni causati dal gelo”, a cura del Dott. Giorgio Pannelli – già CRA OLI Sezione di Spoleto (PG), ed organizzato dall’Associazione CAPOL di Latina in collaborazione con la Pro Loco di Lenola e la Rete d’Impresa “Lenola nel Cuore”, patrocinato dal Comune di Lenola e dalla Regione Lazio.

Interverranno: Fernando Magnafico – Sindaco di Lenola; Marrigo Rosato – Manager Rete d’Impresa; Luigi Centauri – Presidente CAPOL Latina. L’incontro intende approfondire aspetti di olivicoltura, tecnica colturale e qualità dell’olio, con particolare attenzione alla grave situazione provocata dalla gelata di fine febbraio 2018. Si parlerà degli interventi di potatura di risanamento necessari per eliminare le parti morte da graduare in relazione alla gravità del danno che varia in base all’intensità e alla durata degli abbassamenti di temperatura.

A seguire una sessione di assaggi degli oli Evo rappresentativi del XIII Concorso “L’Olio delle Colline” curato dal Team di Assaggiatori professionisti del CAPOL ed una degustazione di prodotti tipici abbinati all’Olio Itrana di Lenola. Oltre alle lezioni teoriche, a partire dalle ore 14:00 si praticheranno esercitazioni sul campo ospitate dai produttori di Lenola Spirito Giovanni (località “Le Giardine”), “L’Impronta” di Pannozzo Filomena (località Passignano), Società Agricola Guglietta (località Camposerianni).

Prima Sagra del Prosciutto Cotto al Vino Bianco di Cori (LT)

Sabato 13 Ottobre, a piazza del Tempio d’Ercole, si volgerà la prima edizione dellaSagra del Prosciutto cotto al vino bianco di Cori, manifestazione ad ingresso libero organizzata dal Comune di Cori – Assessorato all’Agricoltura e Sportello Unico per le Attività Agricole – e dalla Pro Loco Cori, con il contributo dell’ARSIAL – Regione Lazio, in collaborazione con l’Associazione Volontariato e Protezione Civile di Cori e gli studenti dell’indirizzo alberghiero dell’IIS San Benedetto di Latina.

Il protagonista dell’iniziativa – sostenibile, perché aderente alla campagna Plastic Free- è una eccellenza esclusiva della tradizione contadina corese, dal gusto unico, frutto di un peculiare processo di trasformazione, le cui testimonianze risalgono agli inizi del Novecento; in origine conosciuto come Prosciutto della Madonna, perché particolarmente venduto nella seconda domenica di Maggio in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del Soccorso.

Gli stand apriranno alle ore 16:30. Presso quelli con Denominazione Comunale (De.Co.) sarà possibile effettuare una degustazione gratuita del Prosciutto cotto al vino bianco di Cori, insieme ai vini autoctoni di qualità e ai prodotti dolciari locali messi a disposizione dalle cantine e dai biscottifici del territorio. Acquistando il tagliando sagra da 2 euro si avrà diritto a 2 assaggi di prosciutto e 3 di vino. Saranno presenti anche i produttori tradizionali abilitati solo alla vendita.

Faranno da cornice l’esibizione dell’arte del maneggiar l’insegna proposta dagliSbandieratori di Cori (ore 17:00) e i concerti del musicista Marco Serangeli (ore 17:30), dell’ensemble “Jazz Funk Quartet” (ore 19:00) e del gruppo di musica popolare “I Brigallè”(ore 21:15). Alle ore 18:00 la Gara Gastronomica tra i ristoratori dedicata alla riscoperta, promozione e valorizzazione dei piatti tipici a base di Prosciutto cotto al vino bianco di Cori. Interverranno rappresentanti di Regione Lazio, ARSIAL e Amministrazione Comunale.

Ad Arischia arriva dal 12 al 14 la 30^ edizione della Fiera di Ottobre. Tra gli ospiti presenti: Michelle Carpente, Miriana Trevisan e Roberto Ciufoli

Torna dal 12 al 14 ottobre la 30^ edizione della Fiera di Arischia (L’Aquila), evento organizzato dall’Associazione Abruzzo Fiera che, riprendendo e rivitalizzando un antico mercato di bestiame locale, si è trasformato in un importante appuntamento nazionale per gli operatori del settore agricolo e dell’allevamento.

Tutti gli anni la Fiera di Ottobre si svolge su un’area di circa 20.000 metri quadrati registrando numerose presenze con visitatori provenienti da varie regioni italiane.

Quest’anno, giunta alla sua 30^ edizione la Fiera terrà il Gran Galà sotto le stelle, spettacolo equestre serale con delle attrazioni, giochi con il fuoco e molte altre sorprese introdotto da due ospiti d’eccezione: Miriana Trevisan e Roberto Ciufoli. Madrina dell’evento, invece, sarà l’attrice e conduttrice Michelle Carpente.

Tra gli appuntamenti che si alterneranno dal 12 al 14 ottobre non mancheranno gli spettacoli equestri, svolti da professionisti provenienti da tutta Italia che sono un must dell’evento e che raccoglie moltissimi appassionati di cavalli, e non solo, di tutte le età; La gara cinofila, gara amatoriale di bellezza per cani di razza e non, che ogni anno coinvolge un centinaio di esemplari, e l’esibizione di cani di utilità e difesa svolta da addestratori professionisti ENCI; Il corteo storico con abiti tipici che parte dalla piazza del paese fino ad arrivare all’area Fiera che introduce il Palio “Renzo Martellucci”,  gara ippica a squadre tra i 4 rioni di Arischia (Colle, Fossato, Centro, Villa), che vede coinvolti cavalieri e amazzoni del paese e dei paesi limitrofi in una concita giostra cavalleresca. Il Rione vincente deterrà lo stendardo fino all’anno successivo.

Da qualche anno a questa parte tra le attrazioni è stata istituita una fattoria didattica dove bambini e non possono ammirare diverse specie di animali e il battesimo della sella, piccolo giro accompagnato ed in tutta sicurezza che da la possibilità di avere un primo approccio e capire le prime sensazioni da amazzoni e cavalieri ai più piccini.

 

L’attività sociale dell’Associazione Abruzzo Fiera si estrinseca anche attraverso incontri con gli imprenditori dei settori di interesse, le associazioni di categoria e le Istituzioni locali e regionali al fine di affiancare le giuste e concrete aspettative di quanti vivono ed operano in un territorio che, se non sufficientemente valorizzato e sostenuto, rischia il progressivo degrado.

Luca Avallone arriva nella serie "Il Paradiso delle signore 3 - Daily"

L’inarrestabile Luca Avallone, prosegue il suo grande successo con l’entrata nel cast della serie tv Rai “Il Paradiso delle Signore 3 – Daily” in cui interpreta l’ambizioso sognatore e musicista Paolo Bianchi, che cercherà in tutti i modi di far conciliare i suoi studi universitari con la smisurata passione per la musica e non solo…

Tra i suoi ultimi lavori cinematografici lo ricordiamo nel film italofrancese Hannah di Andrea Pallaoro, presentato in concorso ufficiale a Venezia 74, accanto a Charlotte Rampling vincitrice della Coppa Volpi, nel film di Ridley Scott “Tutti i soldi del mondo” e nell’opera prima nonché Thriller Psicologico di Sasha Alessandra Carlesi “Le grida del silenzio” in cui ha interpretato un ragazzo della Roma bene con una tormentata storia d’amore.

Ma i progetti non finiscono qua. È stato, infatti, tra i protagonisti del cortometraggio L’Albero delle scarpe di Sebastian Maulucci e sarà presto a teatro con gli spettacoli Farfalle di Emiliano Russo e Bang di Luca Pennacchioni.

Rosa è Forte: a Cori (LT), 10° Edizione del Corso Gratuito di Autodifesa per Donne

È iniziato lo scorso 6 Ottobre il corso gratuito di autodifesa personale “Rosa è Forte”, giunto alla sua decima edizione, organizzato dall’A.S.D. Fight Club Body Center Frasca Academy, in collaborazione con l’Organizzazione per l’Educazione allo Sport OPES Italia – Latina e il patrocinio della Provincia di Latina e del Comune di Cori.

Le 20 donne iscritte impareranno a difendersi da aggressioni di vario genere. Le lezioni si svolgeranno ogni sabato, dalle 10:00 alle 12:00, presso la Palestra “Il Tempio delle Arti Marziali”. Al termine delle ore teorico – pratiche previste le partecipanti riceveranno l’attestato di frequenza WTKA Fight Club riconosciuto a livello regionale.

L’iniziativa continua a contraddistinguersi oramai da un decennio per il suo carattere innovativo eper la dinamica naturale con cui si svolge, trasmettendo alle praticanti i fondamentali della disciplina del sapersi difendere col corpo e con la mente, senza la necessità di possedere alcuna preparazione atletica e fisica di base.

I maestri ed istruttori, tutti qualificati e riconosciuti dal CONI e dalla Federazione WTKA Italia, sono Lamberto Frasca, Daniele Todini, Celeste Tabita ed Antonio Trotta. In alcune giornate di formazione a loro si uniranno anche gli insegnanti Roberto Ceracchi ed Josè Antonio Speranza.

L’obiettivo è imparare a difendersi con qualsiasi cosa a disposizione, conoscere la difesa verbale, prevenire le situazioni di rischio. Le allieve saranno poste di fronte a simulazioni reali di pericolo. Si punterà molto sull’equilibrio e la coordinazione dei movimenti per poter agire efficacemente.