Invio Comunicati Stampa e Notizie - WEBcomunicazioni.it
Invio Comunicati Stampa e Notizie

Archivio 2015

A Napoli, dal 13 al 15 Novembre, una Mostra sull'Europa

In occasione della ventitreesima edizione del “Festival della Cultura Europea”, presso l'Ipogeo della Basilica di Capodimonte-Napoli, dal 13 al 19 novembre si svolgerà la collettiva d’arte dal titolo “Pensare Europeo. Many Languages One Tongue”. Inaugurata lo scorso lunedì 9, la mostra, con ingresso gratuito, resterà aperta al pubblico tutti i giorni, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle ore 15:00 alle 18:00, fino a domenica 15, in cui è prevista una cerimonia di chiusura per le ore 17:00 presso la Basilica “Incoronata Madre del Buon Consiglio” di Via Capodimonte 13, Napoli. All'interno della sala, oltre alle opere pittoriche di numerosi artisti, trovano spazio anche le installazione “Le Muse imperfette” ed il suggestivo video “MANY Languages. ONE Tongue”, opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “Giorgio de Chirico” di Torre Annunziata, Napoli.

Patrocinato dal Comune di Napoli, dalla Basilica di Capodimonte e dall'Ass. "Prometeo", lo scopo dell'evento è quello di dimostrare come l'arte può unire i popoli e le nazioni; alla collettiva d'arte diretta da Felicio Izzo, espongono: Teresa Apicella, Lorenzo Basile, Bigal, Giovanni Boccia, Antonella Botticelli, Antonio Carotenuto, Umberto Carotenuto, Artemisia Carpentieri, Crescenzio D’Ambrosio, Michele D’Uva, Serena Francesca Fortunato, Michele Fortunato, Francesco Iuliano, Girolamo Langella, Antonio Longobardi, Imma Maddaloni, Anna Maglio, Silvio Marrazzo, Francesco Matrone, Giuseppe Mazzella, Adele Montella, Magda Navas, Neotto, Ciro Palladino, Raffaele Panariello, Antonio Perrone, Ricciuto, Gennaro Rivieccio, Antonio Ruggiero, Mario Sammarco, Eugenio Siniscali, Marilena Sorrentino, Giuseppe Turi, Raffaella Vitiello.

Due pubblicazioni sul Cristianesimo presentate al Museo Civico di Albano Laziale (RM)

Martedì 3 Novembre 2015, alle ore 17:00, nella Sala Conferenze del Museo Civico di Albano Laziale (Roma), viale Risorgimento 3 - tel. 06 9323490, saranno presentati due volumi di recente pubblicazione editi entrambi dalla casa editrice Carocci con i contributi del Prof. Giancarlo Rinaldi, docente universitario e storico delle religioni. I contributi si intitolando "La numismatica e la storia del cristianesimo antico" in "Fonti documentarie per la storia del cristianesimo antico", "Il cristianesimo e la società del mondo greco-romano fra I e III secolo" e "Da perseguitati a favoriti, da favoriti a persecutori. Il cristianesimo nell'impero romano fra IV e V secolo" in "Storia del cristianesimo. I. L’età antica (secoli I-VII)". L'iniziativa è presa, tra gli altri enti, dal Sistema Bibliotecario Castelli Romani e dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. L'ingresso è libero.

"Identità in movimento" XXIII Convegno Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta

Si terrà dal 16 al 18 ottobre 2015 il XXIII Convegno Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta, organizzato come ogni anno dalla rivista L’Alfiere e dalla casa editrice napoletana Controcorrente. Ricco il programma della tre giorni con ben 52 interventi che si alterneranno nella Sala di Ponente dell’Hotel Serapo. Scrittori, giornalisti, docenti e ricercatori universitari, antropologi, economisti, medici e musicisti si confronteranno sul tema “Identità in movimento”, affrontando vari aspetti legati alla storia e alle tradizioni del Sud ma anche argomenti di stretta attualità, come le nuove strategie portuali per il Sud, la distruzione del patrimonio storico e architettonico di Napoli, le dinamiche geopolitiche della Russia di Putin o la salvaguardia dell’ambiente e delle colture e culture meridionali. L’appuntamento di quest’anno è dedicato inoltre a Silvio Vitale, ideatore del convegno che è diventato una tappa fondamentale per gli studiosi e gli appassionati dell’ex Regno delle Due Sicilie e fondatore della rivista tradizionalista L’Alfiere.

« Se noi possiamo rivendicare l’onore e la personalità del popolo delle Due Sicilie, di fronte a questo mondo globalizzato, che non ci piace – disse Silvio Vitale dieci anni fa durante il suo ultimo discorso – lo dobbiamo a quanti in ogni tempo hanno combattuto invasori e colonizzatori. A loro va la nostra gratitudine, senza mai dimenticare la netta distinzione etica fra gli aggressori della nostra patria e i suoi eroici difensori».

Si inizia venerdì 16 ottobre alle ore 16 con i primi 24 interventi su “idee e progetti condivisi per un Sud in movimento”. Il convegno riprenderà poi sabato mattina alle ore 10 e proseguirà per l’intera giornata con altre 28 relazioni. Alle 18 ci sarà una pausa musicale con il concerto di canzoni della tradizione classica napoletana del tenore Vincenzo Acanfora. Per tutta la durata del convegno saranno inoltre in esposizione le opere di arte presepiale del maestro Maurizio Travaglini e sarà possibile degustare alcune eccellenze agro-alimentari della Campania e della Calabria. Infine la tre giorni si concluderà domenica 18 ottobre con la Santa Messa con rito tridentino in suffragio dei caduti nella difesa del Regno delle Due Sicilie, che si terrà alle ore 11 presso il Santuario della Santissima Trinità alla Montagna Spaccata, e con la cerimonia del lancio a mare della corona di fiori in memoria dei caduti dagli spalti della Batteria Transilvania.

«Si parte dalla rilettura del Regno delle Due Sicilie, della sua storia, delle sue scelte in termini culturali, economici, sociali, delle alleanze internazionali. E anche dell’opposizione al liberismo, alla cultura illuminata e alla egemonia anglosassone, i padroni del mondo di allora – spiega Pietro Golia, giornalista ed editore Controcorrente Questa visione complessiva dei rapporti sociali e dello sviluppo ritorna come destinazione futura del Nostro Sud e dell’Europa. Era ed è un’alternativa totale da costruire. Ma il convegno di Gaeta è anche il ricompattamento nella complessità di tutto il mondo e il campo del possibile e delle disponibilità di quanti al Sud debbano alzare la testa e si debbano battere per liberare, unire e rendere indipendente la nostra terra. È possibile incanalare e scardinare le pigrizie intellettuali del folclorismo, dei nostalgici inchiodati all'archeologia storica e a miti incapacitanti? Il Sud può andare avanti e rinascere contando sulle proprie forze, che sono tutte eccellenze e unicità? Il Sud può rivendicare un’autonomia, un’indipendenza, la sovranità politica, monetaria, economica, culturale, linguistica, agroalimentare?»

«Nel lontano 1960, la rivista L’Alfiere cominciò a denunciare con tenacia e serietà di argomenti lattività di denigrazione e mistificazione, attuata nei confronti del Sud al fine di estirparne le tradizioni sopravvissute agli anni della sanguinosa invasione piemontese e della grande emigrazione – dice Edoardo Vitale, magistrato e direttore de L’Alfiere –. Da allora, molte acquisizioni della revisione storica sul Regno delle Due Sicilie sono divenute patrimonio comune. In particolare, appare sempre più chiaro che il Sud visse la sua dimensione universale quando l’ingegno e l’estro delle sue genti poterono manifestarsi nella loro originalità, respingendo l’imposizione di idee e progetti confezionati secondo modelli – spesso sciagurati  – che non ci appartengono. Occorre dunque prendere coscienza dell’unicità della civiltà delle Due Sicilie– aggiunge Edoardo Vitalee della necessità di difenderla nel segno della tradizione, dinamicamente intesa, in un sistema globalizzato che la diffama e la minaccia nella misura in cui l’avverte come un potente antidoto contro il processo di devastazione materiale e morale del pianeta. A Gaeta si parlerà di tutto questo, in una panoramica ampia e profonda che toccherà ognuno degli aspetti (culturale, sociale, economico, geopolitico) su cui deve fondarsi la rinascita del Sud».

Mauro Finocchito

16-17-18 Ottobre, a Gaeta “Identità in movimento”

Gaeta 2015 "Identità in movimento": appuntamento per i giorni 16, 17 e 18 ottobre presso l'Hotel Serapo (via Firenze, 11 - Gaeta) con il XXIII Convegno Tradizionalista della Fedelissima Città di Gaeta. Per maggiori informazioni:

  • Hotel Serapo: via Firenze 11, Gaeta (LT) - Tel. 0771/450037 - Fax 0771/311003
  • Segreteria organizzativa: 338/7235994 - 339/4312357
  • Ufficio Stampa: 334/6149801 (Mauro Finocchito)

gaeta2015-01gaeta2015-02 gaeta2015-03 gaeta2015-04

gaeta2015-05 gaeta2015-06


Libertà di Religione: gli Onorevoli PD Berlinghieri e Preziosi partecipano all'Incontro internazionale di parlamentari a New York

Si è concluso nei giorni scorsi, a New York, l'incontro internazionale su “libertà di religione e di credo”, promosso da un Tavolo di parlamentari di diversi Paesi e di differenti confessioni religiose. All'incontro hanno partecipato oltre sessanta parlamentari provenienti da Europa, Africa, Asia e America latina. La tematica risulta di estrema attualità, anche alla luce della escalation di forme di discriminazione, di persecuzione cruenta, con atti di vera e propria barbarie contro soggetti religiosi e contro i cristiani in particolare (si pensi al milione di cristiani uccisi, in quanto tali, nel decennio 2000-2010). Attualità data anche dalla questione dei migranti, uomini, donne e bambini che fuggono da situazioni di oppressione e persecuzione, alla ricerca di un futuro migliore, lontano dal terrore e dalla povertà. Il fenomeno migratorio, in continua crescita, ha portato ad una presenza stanziale nei Paesi europei, di una popolazione sempre più numerosa proveniente da altre parti del mondo (Est Europa, Africa...), popolazione che mantiene ed anzi ricerca, proprio nel contesto plurale, i propri riferimenti religiosi come elementi identitari. A questo aspetto è correlata l’estensione della libertà religiosa così come il delicato tema della reciprocità.

Interessante il confronto tra le diverse esperienze e testimonianze portate dai parlamentari di quei Paesi dove più drammatici sono gli impedimenti al pieno esercizio della libertà religiosa. Tra queste la testimonianza del rappresentante del Myanmar e del parlamentare dell’India, o le voci dell'Africa del Nord espresse attraverso il presidente della Commissione per i diritti umani dell’Egitto. All’incontro hanno partecipato, per il partito democratico, gli Onorevoli Marina Berlinghieri ed Ernesto Preziosi che, in quella sede, hanno ribadito la convinzione che la libertà religiosa è un diritto assoluto che non può essere negato né subire restrizioni. Tra le proposte avanzate, quella che impegna il governo a usare i fondi della cooperazione del bilancio per difendere e rafforzare la libertà di religione e di credo nel mondo.

Maggiori strumenti operativi devono inoltre essere forniti a Lady PESC per produrre uno sforzo più forte e più efficace da parte delle istituzioni europee in termini di azione e promozione della libertà religiosa.

Si sta anche lavorando ad un incontro da tenersi in Italia, che coinvolga Federica Mogherini, come Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza dell'Unione europea, e rappresentati delle religioni.

«Per raggiungere gli obiettivi fissati a New York – affermano Berlinghieri e Preziosi sarà necessario allargare la rete di parlamentari impegnati su questioni legate alla libertà di religione e di credo nel mondo, favorendo la creazione di nuove piattaforme o gruppi parlamentari che sostengano l’articolo 18 della Dichiarazione dei diritti dell'uomo e che siano politicamente e religiosamente eterogenei.»

Confabitare: sempre più anziani costretti a vendere la nuda proprietà

Molti anziani, schiacciati dalla crisi e dal costo della vita che aumenta, sono costretti a vendere la “nuda proprietà” della propria abitazione. Questo triste dato emerge da una recente analisi dell'associazione di proprietari immobiliari Confabitare. Nel corso del primo semestre 2015, infatti, si è registrato un aumento della vendita di immobili in “nuda proprietà”, con un incremento del 20% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. In tutto il territorio nazionale, ben 97 mila anziani hanno già scelto questa formula: la loro età media è di 75 anni e la loro pensione media mensile si aggira intorno ai mille euro. Nella maggior parte dei casi, si tratta di anziani che non hanno legami con la propria famiglia e/o sono senza eredi diretti, e che hanno bisogno di liquidità per mantenersi, pur conservando la disponibilità dell'abitazione.
Come osserva il presidente nazionale di Confabitare Alberto Zanni: «Il fenomeno della vendita della nuda proprietà rappresenta il segno tangibile di una crisi che avanza sempre di più e che rischia di aumentare ulteriormente a fronte di un potere d'acquisto delle pensioni drasticamente in calo e del costante aumento del costo della vita, dei servizi, dei prezzi e delle tariffe.»
Il costo sempre maggiore della gestione di un immobile, causato dall'appesantimento della tassazione che grava sulla casa, costringe gli anziani a dover ricorrere alla vendita della propria abitazione. Secondo l'analisi condotta a livello nazionale da Confabitare, il primato spetta all'Emilia Romagna con oltre il 39%, seguita dal Lazio con il 18%, il Piemonte e Lombardia con il 16%, la Toscana con il 10% e la Liguria con l'8%.
Da questa indagine risulta che la situazione attuale porta gli over 65 a dover sacrificare la propria casa pur di avere una liquidità che possa loro garantire il proprio mantenimento, e altrettanto determinante nella decisione dell'anziano di vendere il proprio immobile in nuda proprietà è la possibilità di avere le risorse con le quali aiutare figli e nipoti alle prese con la crisi occupazionale o con le difficoltà ad accedere al mercato del lavoro.
Anche per quanto riguarda l'analisi riferita alle grandi città emerge che al nord questo sia un fenomeno più diffuso rispetto alle altre zone di Italia. Il ricorso alla vendita della nuda proprietà consente di monetizzare dalla cessione dell'immobile senza perdere il diritto abitativo (usufrutto) e, quindi, permette di mantenere la stessa qualità di vita integrata da una nuova liquidità, ottenuta senza ricorrere ad indebitamenti. Dall'altra parte, chi acquista ha la possibilità di effettuare un investimento a medio-lungo temine e, inoltre, entra in possesso di un immobile senza dover pagare l'IMU, in quanto l'imposta ricade sull'usufruttuario.
Il presidente di Confabitare conclude: «Questo preoccupante fenomeno che va sempre più diffondendosi, sintomo della pesante crisi che colpisce soprattutto la fascia dei pensionati, sempre più debole, deve portare il Governo a prendere provvedimenti ormai non più procrastinabili. Per questo motivo abbiamo scritto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi, al Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, al Ministro del lavoro Giuliano Poletti e a tutti i capigruppo di Camera e Senato affinché vengano assunti tutti i provvedimenti necessari per dare una risposta a questo problema.»

Confabitare ripropone l'iniziativa "Nonni adottano studenti"

A Bologna torna "Nonni adottano studenti", l'iniziativa solidale ideata dall'associazione di proprietari immobiliari Confabitare, che – dopo le esperienze positive raccolte tra studenti ed anziani – ha deciso di replicarla anche per il prossimo anno accademico e diffonderla su tutto il territorio nazionale grazia alla sua vasta rete di sedi provinciali. L'idea, nata cinque anni fa, ha l'intento di rispondere alle esigenze economiche degli studenti e, al tempo stesso, di contrastare il mercato nero degli affitti. L'iniziativa vede coinvolti in prima persona anziani disposti ad accogliere in casa uno studente che, in cambio, offrirà loro compagnia ed assistenza (come ad esempio fare la spesa, acquistare medicine e altre commissioni quotidiane).

Lo studente, dal canto suo, avrà a disposizione una stanza singola senza dover pagare l'affitto.Ottimi i risultati raccolti lo scorso anno, quando, proprio grazie all'intraprendenza dei giovani e all'ospitalità dei "nonni", sono stati sistemati ben 93 studenti (63 ragazze e 30 ragazzi), tutti tra il centro e la prima periferia bolognese. «Abbiamo voluto riproporre l'idea anche per quest'anno perché la quinta esperienza ha dato buoni frutti – spiega Alberto Zanni, Presidente Nazionale di Confabitare ed è stato un valido esempio di convivenza: anziani e studenti sono stati entrambi soddisfatti e pronti a ripetere l'avventura. Basti pensare che alcuni di loro, una volta terminato il percorso universitario, hanno consigliato l'iniziativa ad altri amici studenti che poi sono subentrati nelle case dei nonni.»

Come sottolinea Zanni: «L'iniziativa, inoltre, si propone da una parte di combattere, in maniera più efficace, il fenomeno degli affitti in nero e, dall'altra, di contrastare le truffe che, sempre più spesso, hanno come vittime proprio gli anziani che vivono soli. La presenza di una persona giovane, infatti, molto spesso aiuta a scongiurare questi spiacevoli episodi.»

Per maggiori informazioni: info@confabitare.it

Dibattito a Benevento su Famiglia e Società

Domenica 30 Agosto 2015, alle ore 18:00, presso la Chiesa di San Nicola in CASTELPOTO (BN), avrà luogo il Dibattito dal titolo "Famiglia e Società. Questa società ha ancora bisogno della famiglia?".

L'evento, organizzato da Controcorrente Edizioni, avrà come tema l'omonimo libro del sociologo francese ALAIN DE BENOIST intitolato "Famiglia e Società. Origini, Storia, Attualità" edito dalla prolifera casa editrice partenopeaAl dibattito interverranno, oltre al giornalista ed editore di Controcorrente PIETRO GOLIA, anche MARINA SIMEONE, ANNA SPAGNUOLO, RODOLFO DE MATTEI ed alcuni rappresentanti della Curia di Benevento.

Per maggiori informazioni, potete visitate il sito ufficiale della casa editrice: http://controcorrentedizioni.it/

Tavola rotonda a Moliterno (PZ) sul tema del Canestrato IGP

Domenica 9 agosto 2015, dalle ore 10:30 alle 12:30, in occasione della XXXIV edizione della Sagra del Canestrato, si è svolta presso la Bibliomediateca "G. Racioppi" Palazzo Valinoti di P.za Vittorio Veneto – Moliterno (Potenza), la tavola rotonda dal titolo “Il Canestrato IGP di Moliterno: la produzione e le nuove forme di commercializzazione”.

Continua a leggere →

Pacchetto Unione dell'Energia: l'on. Berlinghieri soddisfatta del risultato ottenuto

La Commissione europea ha adottato il Pacchetto "Unione dell'energia", contenente misure per l’Ets e il gas, illustrato, questa settimana, in conferenza stampa dal commissario per l’Unione energetica,Maros Sefcovic.
L’attenzione negli incontri dei mesi scorsi a Riga, ai quali ha partecipato anche l’On. Marina Berlinghieri, in qualità di relatrice del provvedimento per la commissione XIV Politiche dell’Unione Europea, si è concentrata principalmente attorno a questioni legate allo stato, alle sfide e alle opportunità della politica energetica europea che è stata oggetto di un approfondito dibattito incentrato soprattutto sull'attuazione del pacchetto energia, sulla connessione esistente tra il profilo della sicurezza degli approvvigionamenti, la situazione geopolitica del Mediterraneo e la sostenibilità dello sviluppo, soprattutto in riferimento alle politiche ambientali.

Continua a leggere →